Banner Naima Griffe

Referendum costituzionali lontanissimi dal quorum. I votanti a Sant’Agata (11%) hanno scelto il SI

Sono rimasti come è noto lontanissimi dal raggiungimento del quorum minimo o previsto i referendum costituzionali sui temi della giustizia che, su scala nazionale, hanno visto recarsi alle urne appena il 20,8% degli elettori.

Un flop che conferma tanto l’improponibilità di affidarsi all’espressione del voto popolare su tematiche eccessivamente tecniche e per questo di difficile coinvolgimento dell’elettorato, quanto la disaffezione e la sfiducia della popolazione alla sfera politica nazionale. Le uniche eccezioni in termini di partecipazione sono state infatti rappresentate in quei comuni nei quali si votava anche per le amministrative.

Sant’Agata Militello non ha fatto differenza rispetto al panorama nazionale, con appena l’11,29% degli elettori santagatesi al voto. Su 10.070 aventi diritto sono andate a votare appena 1.137 persone.

Nel dettaglio dei cinque quesiti referendari, i santagatesi al voto si sono comunque espressi per il SI.

QUESITO 1:  ABOLIZIONE LEGGE SEVERINO – SI 53,89% – NO 46,11%
QUESITO 2:  LIMITAZIONE CUSTODIA CAUTELARE – SI 57,50% – NO 42,50%
QUESITO 3:  SEPARAZIONE CARRIERE MAGISTRATI – SI 74,43% – NO 25,57%
QUESITO 4:  MEMBRI LAICI CONSIGLI GIUDIZIARI – SI 70,77% – NO 29,23%
QUESITO 5:  ELEZIONE COMPONENTI TOGATI CSM – SI 73,66% – NO 26,34%

error: Questo contenuto è protetto !!