Banner Naima Griffe

Consiglio, opposizione e due indipendenti: “Acque agitate sì, ma…”. Che stoccata a Vitale

Nella mattinata di domenica un comunicato a firma di due dei tre consiglieri indipendenti, Sanna e Franchina, e di quattro consiglieri di opposizione, Brancatelli, Recupero, Puleo e Starvaggi, ha confermato sostanzialmente l’impressione da noi riferita a margine del pezzo di ieri, con l’intervista alla neo eletta presidente del consiglio comunale Laura Reitano, nella parte in cui si parlava di acque agitate all’interno del gruppo antagonista alla maggioranza.

“Le acque si sono agitate non per il risultato, ma per come è stato raggiunto”, chiariscono oggi i sei firmatari. Il tono del comunicato, però, più che ad acque agitate lascerebbe presagire ad una bufera, vista la stoccata riservata al consigliere di opposizione Antonio Vitale che, come è noto, ha dato la propria preferenza al secondo scrutinio per Laura Reitano. 

“Vitale, convertito sulla via di Damasco, ma probabilmente per “nuovi personalismi” più che per motivi religiosi”, scrivono ancora i sei firmatari della nota che si riporta di seguito:

“Il presente comunicato al fine di chiarire che la candidata Monica Brancatelli non era un candidato proposto “in extremis”, come è stato detto, ma sia i consiglieri di opposizione sia indipendenti, compreso Vitale, avevano concordato di proporre, in caso di ulteriore pareggio, la candidatura di Brancatelli. Abbiamo sperato ed insistito sino alla fine sulla scelta del consigliere Sanna, al fine di sbloccare lo stallo creato. Poi, come stabilito, visto l’ulteriore pareggio, abbiamo offerto   l’alternativa al consiglio di un candidato donna da “contrapporre” nella contesa politica alla Reitano. Inspiegabilmente e con enorme nostra sorpresa, Vitale, convertito sulla via di Damasco, ma probabilmente per “nuovi personalismi” più che per motivi religiosi …, Ha annunciato che il suo voto sarebbe andato alla maggioranza.

Dalle dinamiche sembrerebbe che l’accordo era già stato fatto e che piuttosto che puntare sul supporto di tutti i consiglieri, alla luce del sole, avendo noi data piena disponibilità in tal senso, si sia preferita la strada dell’accordo sottobanco col solo consigliere Vitale.

Infine si vuole precisare che all’interno del gruppo dei sostenitori del consigliere Brancatelli le acque si sono agitate non per il risultato, ma per come è stato raggiunto. I sottoscritti, infatti, dopo aver “condotto la battaglia” – nel senso buono del termine – ispirandosi sempre ai princìpi di lealtà, onestà e trasparenza – non hanno avuto esitazione alcuna nel compiere le proprie scelte. Invece così non è stato per la maggioranza, dal momento che alcuni loro consiglieri non erano concordi nel votare la Reitano al punto che ne era nata una discussione animata tra gli stessi durante una sospensione del consiglio. Altro che compattezza e coesione!

Avremmo evitato di commentare “il colpo di teatro” in scena nell’aula consiliare, perché noi siamo già oltre, ma certe affermazioni inesatte sul nostro gruppo ci hanno indotto ad intervenire per fare chiarezza, ci auguriamo che il prosieguo dell’attività consiliare sia meno “spettacolare”.  Per quanto ci riguarda noi proseguiremo con la stessa forza, correttezza e determinazione a lavorare per il bene del paese e nell’interesse dei cittadini”.

error: Questo contenuto è protetto !!