CoronaVirus

Contenzioso con l’Ato1, il comune “investiga” sui bilanci dell’ex società d’ambito.

Altro passaggio formale nell’aspro contenzioso legale instauratori tra il comune di Sant’Agata Militello e l’Ato Messina 1 rifiuti in liquidazione che, come è noto, aveva avanzato istando per decreto ingiuntivo dinnanzi al Tribunale delle Imprese di Palermo l’ente reclamando la somma di 7.548.403,02 oltre interessi maturati e maturandi per fatture emessa dalla società d’ambito nel 2009, 2010, 2011, 2012, 2013 relativamente alla cosiddetta “sottofatturazione” degli anni 2005/2008 ed ulteriori fatture emesse nel periodo 2013/2018 relative al servizio svolto nell’anno 2013 e per ulteriori costi generali di gestione. Il comune che, lo ricordiamo, si era opposto al decreto ingiuntivo reclamando da par suo la verifica della situazione di debiti e crediti tra il comune e l’Ato, ha dunque affidato alla società “Centro Studi Area Sud S.r.l”. che già aveva supportato l’ente nella redazione del piano di riequilibrio finanziario, le attività di indagine, tecnicamente definite di “due-diligence” della società partecipata AtoMe1spa in liquidazione. In particolare sarà espletata la verifica delle risultanze contabili e di bilancio della società partecipata per gli esercizi 2017/2019 con riferimento alle operazioni infragruppo tra la società stessa ed il Comune di Sant’Agata Militello relativi in particolare alle partite oggetto del decreto ingiuntivo, nell’esame dei contratti di servizio tra le parti e di ogni altro documento necessario ad
evidenziare la contabilizzazione dei rapporti debito/credito con il Comune. Sulla base di detta analisi qualora le risultanze rilevassero criticità e disallineamenti potrà essere attivato un successivo intervento di certificazione dei bilanci d’esercizio per gli anni 2017/2019 con emissione di documento da parte di società di certificazione autorizzata. L’attività di verifica contabile è altresì propedeutica all’approvazione dei bilanci  2017, 2018 e 2019 della società d’ambito che nel corso dell’Assemblea dei soci tenutasi lo scorso 20 luglio è stato rinviata al prossimo 30 settembre proprio al fine di verificare la situazione debiti/crediti intercorrente tra la società d’ambito ed alcuni comuni soci, con particolare riferimento alla iscrizione nei bilanci della società di tutte le partite creditorie e debitorie.

error: Questo contenuto è protetto !!