Banner Indicazioni Corona Virus

Decreto rilancio e liquidità pubbliche amministrazioni. Sant’Agata chiede 3,2 milioni.

Il comune di Sant’Agata Militello, così come tantissime altre amministrazioni locali, ha deciso di aderire alla possibilità concessa dal cosiddetto “Decreto Rilancio” , a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid19, per la richiesta di liquidità alla Cassa Depositi e prestiti finalizzata al pagamenti dei debiti certi liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2019, relativi a somministrazioni, forniture, appalti e a obbligazioni per prestazioni professionali. Sulla base della ricognizione delle spese cui far fronte, specificate con l’elenco dei  debiti da pagare posto a corredo dell’istanza attraverso il modello generato dalla piattaforma elettronica dela Cdp, la giunta santagatese ha avanzato una richiesta di anticipazione di liquidità per 3.261.314,39 euro.L’anticipazione di liquidità per il pagamento di debiti fuori bilancio è subordinata al relativo riconoscimento. Come previsto dal Ministero Economia e Finanze, la somma sarà restituita con piano di ammortamento a rate costanti, comprensive di quota capitale e quota interessi ad un tasso del 1,226%, con durata fino a un massimo di 30 anni. La Cassa depositi e prestiticomunicherà a ciascun richiedente, entro il 24 luglio 2020 la concessione dell’anticipazione, dopodiché, l’ente locale dovrà inviare entro il termine del 15 settembre 2020, a pena di decadenza della concessione, la proposta del contratto di anticipazione, debitamente compilata e sottoscritta sulla base del contratto tipo allegato alla convenzione  nella quale sono indicati importo e durata di ammortamento.

error: Questo contenuto è protetto !!