CoronaVirus

“Ripartire prima possibile”. L’appello lanciato da Anif, l’associazione nazionale impianti sport e fitness.

Una risposta corale da parte dell’intero sport siciliano, all’appello di aiuto di Germano Bondì, presidente regionale ANIF, Associazione Nazionale Impianti Fitness, l’associazione di categoria dei gestori grandi impianti sport & fitness affiliata Confindustria. In videoconferenza presenti le più rappresentative realtà associative dello sport isolano: Enti di promozione sportiva (LIBERTAS, CSEN, ENDAS, MSP), FEDERAZIONI SPORTIVE OLIMPIONICHE (canottaggio, tennis, canoa cayak, panathlon, badminton, ciclismo, rugby, sci nautico, danza sportiva) e PARALIMPICHE (FISDIR e FINP), perché lo sport unisce davvero tutti, senza distinzione di insegne o colori.
Un grido di dolore unanime e condiviso, perché questa pandemia ha colpito, più di ogni altro, questo settore che aggrega e fa star bene migliaia di tesserati nella nostra isola.
Tutti i presenti hanno espresso le proprie comuni preoccupazioni per l’assenza di tempi chiari per la ripartenza, assolutamente urgente e indifferibile, ovviamente in condizioni di sicurezza per istruttori e atleti. L’intero comparto economico al collasso, con gli addetti privi, ad oggi, di qualsiasi aiuto economico, e un futuro incerto a causa dei maggiori costi per il rigido rispetto delle direttive sanitarie che saranno impartite. Le proposte di aiuto saranno espresse in una lettera aperta, a firma di tutte le associazioni/enti/federazioni, agli Organi di Governo Regionale, per garantire ulteriori supporti agli aiuti di Stato sinora assolutamente inadeguati a garantire il riavvio delle attività. Oggi più che mai viene riconosciuto il legame tra salute e pratica sportiva, quella di tutti i giorni e di tutti gli atleti, non soltanto dei grandi campioni. Soltanto insieme, come non mai, il mondo dello sport potrà far sentire la propria voce e quella dei suoi praticanti e superare questo momento di crisi mai vissuto in passato.

error: Questo contenuto è protetto !!