CoronaVirus

Sostegno alle attività in crisi, al vaglio abbattimento della Tari fino al 80%.

“Con specifico riferimento alla Tari, oltre alla sospensione che, ovviamente, non determinerebbe alcun risparmio per i cittadini, ho dato mandato agli uffici comunali di verificare la possibilità di una significativa riduzione della tariffa per tutto il periodo di chiusura delle attività commerciali, applicandola con un abbattimento dell’80% rispetto alla tariffa piena”. Lo dichiara l’assessore al bilancio Antonio Scurria riguardo le iniziative poste in essere dall’amministrazione, che ha già sospeso i pagamenti per i tributi comunali, per far fronte al periodo di crisi dovuta all’emergenza Covid.

Scurria precisa quindi alcuni passaggi rispetto alle procedure già adottate. “Le scadenze della Tari sono stabilite per regolamento, approvato da Consiglio Comunale. Come ogni anno, il primo acconto era stato già predisposto e la bollettazione partita prima della decisione di sospendere i versamenti, avvenuta il 12 marzo. Pertanto, nessuna azione esecutiva sarà posta in essere nei confronti di chi non ha proceduto al pagamento”.

“Auspico – conclude Scurria – un confronto con tutte le forze consiliari sul tema complessivo dei tributi locali, tenuto conto del piano di riequilibrio già approvato”.