CoronaVirus

Didattica a distanza. Ecco come si sono attivate le scuole superiori santagatesi.

Le scuole santagatesi si organizzano per garantire la continuità didattica agli studenti anche nel periodo di chiusura forzata, disposto dal governo fino al 15 marzo, a causa dell’emergenza Coronavrus. I dirigenti degli istituti superiori santagatesi hanno già inoltrato apposite circolari per disciplinare modalità di accesso e funzionamento della didattica a distanza. I licei “Sciascia – Fermi” hanno attivato già a partire da giovedì 26 febbraio, azioni di didattica a distanza, facendo uso di software per le video lezioni e tramite inserimento di materiali di studio, compiti ed esercizi per casa. Al fine di monitorare lo status dei lavori didattici a distanza, ciascun docente riceverà attraverso posta elettronica un link ad un modulo google, che deve essere compilato tempestivamente.

Misure analoghe quelle disposte all’Itet “Tomasi di Lampedusa” che ha attivato la didattica a distanza in modalità multimediale/informatica. Per le classi quinte sono state già create le classi virtuali attraverso la piattaforma G SUITE, una piattaforma di Google che la scuola utilizza da anni per la didattica, che consente lo scambio interattivo in tempo reale tra docenti ed alunni attraverso l’uso di specifici software ed hangout con videoconferenze e messaggistica istantanea. Anche le altre classi che a breve diventeranno virtuali già in atto possono utilizzare gli strumenti della bacheca del registro elettronico per la condivisione di materiali didattici, la somministrazione di prove ed altro.

Anche l’Itis “Torricelli” si è infine attivato per la predisposizione di ogni possibile ed opportuna misura di prosecuzione e consolidamento dell’azione formativa a distanza con l’utilizzo di canali digitali e telematici già in uso nell’istituto.

Alberto Visalli