CoronaVirus

Porto, sifonamento sopraflutto. Convenzione con l’Università di Catania, verso la soluzione delle criticità.

Si lavora per la soluzione definitiva di una delle criticità tecniche emerse in corso d’opera che hanno determinato qualche rallentamento nei lavori di completamento del Porto dei Nebrodi di Sant’Agata Militello. Il comune, su richiesta del Rup Basilio Ridolfo previa indicazione della direzione lavori, ha sottoscritto una convenzione col Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura (DICAR) dell’Università degli Studi di Catania per l’individuazione di possibili soluzioni per la mitigazione delle problematiche di trasmissione del moto ondoso e di possibile sifonamento rilevate nel molo di sopraflutto del porto. In particolare, in seguito ad apposite indagini condotte dalla Direzione dei Lavori sulla diga foranea, è emersa una probabile difformità dell’esistente molo di sopraflutto rispetto alle previsioni progettuali. Tale difformità, congiunta ad un’accertata rilevante trasmissione del moto ondoso attraverso l’opera a gettata, potrebbe causare il progressivo svuotamento dello strato sottostante il massiccio della diga di sopraflutto, pregiudicando l’uso in sicurezza delle banchine della diga stessa.

In particolare, l’analisi degli elaborati progettuali relativi al porto di Sant’Agata di Militello consentirà di rilevare le previsioni progettuali delle opere già realizzate e di verificare se in passato siano state rilevate criticità analoghe o connesse a quelle oggetto della consulenza del DICAR e, eventualmente, le soluzioni adottate. Inoltre, ove possibile, si cercherà di effettuare incontri con i tecnici coinvolti nella realizzazione di tali opere. Sarà condotto uno studio sui possibili fenomeni che determinano le criticità riscontrate sulla diga di sopraflutto cercando di individuare le cause predisponenti. La ricerca bibliografica attraverso la letteratura tecnico-scientifica sarà focalizzata nell’individuazione di casi analoghi a quello oggetto della consulenza del DICAR. Durante tale attività sarà svolta la ricerca sia su documenti già a disposizione del DICAR che su riviste e manuali nazionali e internazionali. Di concerto con il Responsabile del Procedimento, la Direzione dei Lavori e altri consulenti tecnici, saranno proposte alcune soluzioni per la mitigazione dell’azione di sifonamento sulla diga di sopraflutto e di trasmissione del moto ondoso. Successivamente si fornirà un supporto per l’allestimento del campo prova necessario per la verifica delle soluzioni individuate.

Il corrispettivo complessivo per l’esecuzione delle attività oggetto della convenzione è fissato in 10.000 euro + IVA.

error: Questo contenuto è protetto !!