Quota rosa, il dado è tratto. In giunta Melinda Recupero, moglie del già esperto Morello

L’avvocato Melinda Recupero, moglie del già esperto del sindaco per il marketing e sviluppo territoriale Massimo Morello, è pronta per l’ingresso in giunta come “quota rosa” al posto della dimissionaria Maria Carmela Trovato. Come ipotizzato dal nostro sito qualche settimana fa, 17 giorni dopo, dunque, si conclude la “soap opera” . Tre settimane di tira e molla, dapprima con il tentativo di Sottile di congelare le dimissioni della Trovato, che ha poi pensato bene di rompere gli indugi e protocollare personalmente la lettera che il primo cittadino teneva nel cassetto da giorni, poi con l’estenuante trattativa per garantire equilibri politici nella coalizione e gestire a piacimento, entrate ed uscite dal consiglio comunale. E così, tra Rita Fachile, che sognava di fare l’assessore ma non ne ha voluto sapere di dimettersi, Lina Caruso, pronta ad accettare per amor di maglia posto in giunta e fuoriuscita dal consiglio, e Salvatore Zingales, che già pregustava l’approdo a Palazzo Faraci, a prendere tutto è il duo  Natale – Morello. Il primo, sempre più scalpitante contro il vice sindaco Testa, piazza comunque una figura di fiducia in giunta, il secondo, già esperto del sindaco e fucina di iniziative a caccia di commercianti da coinvolgere, con la nomina della moglie, già candidata al consiglio, vede accrescere il proprio peso politico chissà, in vista di una lunga volata per un ruolo da candidato sindaco alle prossime elezioni? Si attendono dunque solo il comunicato ufficiale e le foto di rito per il nuovo assessore, il resto si vedrà, nella speranza che almeno la dottoressa Recupero abbia miglior sorte politica delle precedenti quote rosa dell’era Sottile.