Banner Naima Griffe

Nuovi contributi per il sostegno economico alle famiglie. Istanze da presentare entro il 5 luglio

Avviata dal comune di Sant’Agata Militello la procedura per la presentazione delle istanze per l’assegnazione di ulteriori buoni spesa/voucher – emergenza socio-assistenziale da covid-19 – per l’acquisto di beni di prima necessità (alimenti, prodotti farmaceutici, prodotti per l’igiene personale e domestica, bombole del gas).

Il bando è disponibile sul sito internet istituzionale del comune oppure si può scaricare qui insieme al modello di domanda. La scadenza per la presentazione delle istanze è stata fissata per il 5 luglio prossimo.

A disposizione del comune, di Sant’Agata, secondo il riparto delle somme dell’Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali, disponibili in quota POC SICILIA 2014/2020, ci sono 73.830 euro.

I buoni spesa/voucher da assegnare per singolo nucleo familiare hanno e un valore unitario massimo di:
• 300,00 € per un nucleo composto da una sola persona;
• 400,00 € per un nucleo composto da due persone;
• 600,00 € per un nucleo composto da tre persone;
• 700,00 € per un nucleo composto da quattro persone;
• 800,00 € per un nucleo composto da cinque o più persone.

Il buono spesa/voucher sarà corrisposto per il periodo dell’emergenza e, comunque, fino ad esaurimento
dell’importo assegnato al Comune, ai nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno, secondo le
seguenti modalità e condizioni:

– l’istanza potrà essere validamente presentata dall’intestatario della scheda anagrafica del nucleo familiare,
residente nel Comune, il cui nucleo familiare presenta i seguenti requisiti:

a) non percepisce alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie o proventi monetari a carattere
continuativo di alcun genere;
b) non risulta destinatario di alcuna forma di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque
denominata (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG,
pensione, ecc.);
c) nucleo familiare destinatario di precedenti forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque
denominato, ovvero di buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, per un
importo inferiore rispetto ai valori unitari sopra riportati alla voce “Importo e durata”; in tal caso, allo
stesso potrà essere attribuita la differenza tra l’importo massimo previsto dal presente Avviso e
l’importo percepito a valere sui precedenti benefici.

error: Questo contenuto è protetto !!