Banner Indicazioni Corona Virus

Piano di riequilibrio, si discute il 9 marzo alla Corte dei Conti.

La sezione controllo della Corte dei Conti regionale discuterà il prossimo 9 marzo sull’approvazione del piano di riequilibrio adottato dal comune di Sant’Agata Militello nel gennaio 2019. L’ente ha intanto presentato le proprie memorie.

Nel frattempo divampa la polemica sul mancato rilascio degli atti ai consiglieri di opposizione che hanno inviato una nota di diffida al segretario generale, al sindaco ed ai funzionari competenti, di attivarsi per consentire l’accesso agli atti relativi alla convocazione fissata dalla Corte dei Conti. I consiglieri di minoranza, che hanno informato anche assessorato enti locali, Procura e Prefettura, lamentano il “vilipeso diritto all’esercizio del mandato amministrativo” e la volontà di intervenire “per scongiurare ogni rischio che venga rigettato il piano di riequilibrio con conseguente dichiarazione di dissesto”.

Immediata è arrivata la replica dell’assessore Antonio Scurria.

“Da informazioni assunte, gli uffici comunali competenti, sulla scorta del vigente regolamento comunale che, disciplinando il rilascio agli atti da parte dei consiglieri comunali, sottrae all’accesso alcune tipologie di documenti, hanno sospeso la valutazione in merito e richiesto apposito parere alla Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ed organo preposto alla vigilanza sulla trasparenza della pubblica amministrazione. Oggi, pertanto, contrariamente ad un recente passato in cui i consiglieri comunali erano costretti a ricorrere al TAR per ottenere atti ed informazioni dal Comune di Sant’Agata Militello, non esiste alcun problema di trasparenza, trattandosi, evidentemente, di normali valutazioni, non di competenza politica, in relazione alla sussistenza o meno, secondo la Legge, del diritto di ostensione degli atti richiesti”.

error: Questo contenuto è protetto !!