Banner Indicazioni Corona Virus

Covid, tracciamento in tilt nel distretto. Sindaci sul piede di guerra. Nuova nota all’Asp.

“Se i vari appelli dei sindaci, che rappresentano un territorio così importante, rimarranno ancora inascoltati e’ chiaro che scrivere non serve più. Rappresentiamo le nostre comunità, i cittadini ci hanno votato per tutelare e salvaguardare i nostri comuni e state tranquilli che, per quanto mi riguarda, sono pronto a mettere in campo tutte le prerogative della fascia tricolore che i miei concittadini mi hanno consegnato.Il tempo e’ scaduto ora bisogna agire”.

Il grido di battaglia è del sindaco di Torrenova Salvatore Castrovinci che sintetizza il disappunto dei rappresentanti dei comuni del distretto sanitario 31 per la sofferenza del sistema locale di gestione dell’emergenza Covid.

La questione era già stata oggetto di una precedente nota dei sindaci (leggi qui) nella quale si chiedeva all’Asp di Messina l’adozione di misure urgenti per la gestione dell’emergenza covid al fine di rafforzare e incrementare con figure sanitarie e amministrative il distretto sanitario.

“Ad oggi nessuna risposta – sottolinea Castrovinci – . Stamattina, insieme ad altri 18 sindaci, abbiamo scritto un’altra nota, mettendoci a disposizione e mettendo a disposizione il nostro personale per un supporto amministrativo considerato che tutto il sistema del tracciamento e’ gestito da poche unità che stanno svolgendo un lavoro encomiabile”.

A sottoscrivere la nota sono stati i sindaci dei comuni di Sant’Agata Militello, Capo D’Orlando, Capri Leone, Frazzanò, Galati Marmetino, Longi, Militello Rosmarino, Mirto, San Marco D’Alunzio, Alcara Li Fusi, Tortorici, San Salvatore di Fitalia, Acquedolci, San Fratello, Caronia, Naso, Castell’Umberto, Torrenova e Ucria.

error: Questo contenuto è protetto !!