Banner concorso

Dev Fest 2019, studenti santagatesi protagonisti. Emma Haruka Iwao, parla del suo sensazionale primato mondiale.

Sono entrate nel vivo le attività nell’ambito della Dev Fest Mediterranean 2019, l’evento supportato da Google e dedicato a sviluppatori ed appassionati di tecnologia, punto di aggregazione per aziende, professionisti, developers e studenti.Un appuntamento di grosso calibro che ha portato a Sant’Agata Militello, grazie all’organizzazione del Gdg Nebrodi, coordinato da Salvino Fidacaro, e la partnership con il Rotary Club, il comune di Sant’Agata Militello, la Fondazione Mancuso Onlus, importanti esponenti del settore su scala internazionale. Per questa edizione gli organizzatori hanno previsto tra le attività che culmineranno con la giornata finale di domenica 13 ottobre al Palauxilium, anche quattro conferenze presso gli istituti scolastici superiori cittadini.

Al fianco dei vari relatori, tra cui Gino Zingale Alì, Pietro Alberto Rossi, Antonella Blasetti Stefano Carlini, Giovanna Galleno, Daniele Vinci, Roberto Micciulla e Francesco Passantino, protagonista della prima giornata è stata la scienziata giapponese di fama mondiale Emma Haruka Iwao, nota alla comunità scientifica internazionale per il suo sensazionale record del “Pi greco” . La sviluppatrice 35enne ha infatti battuto il primato precedente, riuscendo a calcolare più di 31 trilioni di numeri (per l’esattezza: 31,415,926,535,897). Il tutto grazie al computee engine del cloud: una componente dell’infrastruttura su cui è basato il servizio di Google.