Banner concorso

Basket da Torrenova a Sant’Agata, caso dell’estate. Interrogativi e colpi di scena. Castrovinci “sfida” i dirigenti della Cestistica.

E’ divenuto il vero e proprio caso dell’estate sportiva sui Nebrodi e non solo, tra molte voci che hanno fatto presto a diventare, per qualcuno, notizie certe e tanta tantissima carne sul fuoco rovente della polemica. Il presunto trasferimento della società di basket da Torrenova, dove è nata e cresciuta sino a conquistare il campionato di serie B, a Sant’Agata Militello, è ormai divenuto uno scontro ai ferri corti tra l’amministrazione comunale del centro tirrenico, guidata dal sindaco Salvatore Castrovinci, e la dirigenza della Cestistica Torrenovese. Uno scontro che si protrae ormai da tempo e che pari abbia radici ben più profonde all’interno di dinamiche societarie ben più complicate di quanto i protagonisti non abbiano fin qui fatto trapelare nei loro comunicati stampa al vetriolo. La vicenda, checché se ne dica o scriva, sembrerebbe in ogni caso tutt’altro che definita ed altri colpi di scena potrebbero essere in arrivo.

Questo il comunicato diramato a tarda serata di venerdì dalla società torrenovese:

Cestistica Torrenovese Aquila Nebrodi dichiara di NON avere mai pensato di vendere il titolo a qualsiasi Associazione, vicina o lontana. Fin dal 3 giugno, giorno successivo all’inattesa ma meravigliosa vittoria di Ferentino, abbiamo lavorato, a fianco dell’Amministrazione del Comune di Torrenova – che aveva dato la disponibilità per l’avvio dei lavori di adeguamento del PalaTorre – e di alcuni operatori locali, per creare le migliori condizioni finanziarie, societarie ed organizzative per disputare il primo storico campionato di Serie B al PalaTorre: tra scadenze federali ed innumerevoli incontri, questa è stata la linea comune. Il non essere, poche settimane fa, riusciti a soddisfare alcuni, importanti prerequisiti ha fatto venir meno una serie di fondamentali presupposti: la situazione, così cambiata, ci ha portato a considerare l’ipotesi di trasferire l’attività. Abbiamo così, pochi giorni fa, chiesto ospitalità al Palasport Mangano di Sant’Agata Militello, dove giocheremo il prossimo campionato di Serie B. La trasformazione societaria, da ASD a Srl, è necessaria per disputare il prossimo campionato di Serie B Nazionale.

Questa la replica del sindaco di Torrenova Salvatore Castrovinci.

Considerata la grande delusione ed amarezza manifestata sia dai tifosi, che dai cittadini ed appassionati del basket per la decisione della Cestistica Torrenovese di trasferirsi al pala Mangano di Sant’Agata Militello, anche per placare le discussioni e le polemiche sorte, ritengo doveroso sia come Sindaco, rappresentante di un’amministrazione che ha sempre supportato questa realtà sportiva, sia come tifoso, che venga fatta chiarezza sulle reali motivazioni del trasferimento. Quanto detto si rende necessario per avere, il vostro comunicato stampa, generato solo tanta confusione senza chiarire i reali accadimenti. In considerazione di quanto sopra, invito i dirigenti Piero Natoli e Luigi La Vecchia, protagonisti indiscussi degli eventi, ad un confronto pubblico o una conferenza stampa che sia, secondo orari, modalità e luogo che potranno tranquillamente indicarci, magari proprio al Palamangano, ove certamente, ormai, si sentiranno come a casa propria. Aspettiamo cortese riscontro entro la giornata di venerdi 29 agosto, consapevoli che soltanto una conferenza stampa, con la presenza di tutte le parti, possa chiarire definitivamente i motivi della Vostra scelta, anche perché Torrenova e i torrenovesi meritano la verità.

 

Share