Sequestrati 160 kg di pesce in cattivo stato. Operazione congiunta Guardia Cotiera e Polizia stradale.

A seguito di un accertamento in materia di codice della strada, operato dalla Polizia stradale del Distaccamento  di Sant’Agata Militello nell’ambito del Comune di Brolo, è stato intercettato un furgone frigo con un carico di prodotto ittico sospetto.

Interessati la competente Guardia Costiera nebroidea ed il Dipartimento di Prevenzione Veterinaria – ASP di Messina sede di Sant’Agata, l’autotrasportatore è stato dirottato presso il Commissariato santagatese dove si è accertato, in maniera congiunta, il cattivo stato di conservazione del pescato in quanto risultato, a seguito della verifica delle fatture di tranciabilità, prodotto congelato ma trasportato su un vettore frigo abilitato al solo trasporto di prodotto fresco, ovvero con un grado di refrigerazione di molto inferiore a quanto previsto dalle norme di legge.

A seguito del parere negativo al consumo umano espresso dal medico veterinario, il variegato quantitativo ittico di circa 160 kg tra pesce spada, tonnetto, gamberi, calamari e totani è stato posto sotto sequestro penale per essere avviato a distruzione e smaltimento, a carico del trasportatore, nei prossimi giorni.

Nelle stesse ore, invece, i militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Santo Stefano Camastra, su segnalazione di una pattuglia del Comando di Compagnia dei Carabinieri di Mistretta, hanno intercettato nel Comune di Tusa un individuo di origini palermitane intento in attività di pesca subacquea sportiva in area riservata alla balneazione. Colto in flagrante, al trasgressore è stato elevato un verbale amministrativo di 1.000 euro con accessorio sequestro di fucile e motorino subacqueo.

Il prodotto ittico, circa 2 kg di polpi, a seguito di giudizio favorevole del competente medico veterinario di Tusa, è stato donato in beneficenza ad un Ente caritatevole locale.