Depuratore, finalmente un impianto di ultima generazione. Entro il 2021 stop all’infrazione

Si va dritti verso l’affidamento dell’appalto per completamento, ammodernamento e adeguamento del depuratore consortile di Sant’Agata Militello – Acquedolci. A spiegarlo a chiare lettere, anche sulla sussistenza del finanziamento risalente alla delibera Cipe 60/2012 è stato lo stesso Rup, ingegnere Giuseppe Iannazzo, presenta alla conferenza stampa di presentazione del progetto.
In aula consiliare, insieme al sindaco Bruno Mancuso, agli assessori Achille Befumo ed Ilaria Pulejo e ai rappresentanti del consiglio comunale, c’erano anche l’Ing. Salvatore Russo, progettista della Società Dinamica srl, il geom. Luigi Rundo dell’Ufficio tecnico comunale ed il comandante dell’Ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata Militello, Tenente di vascello Michele Rossano. Presenti anche gli assessori del comune di Acquedolci Salvatore Rotelli e Giuseppe Reitano.

 

 

L’importo totale del progetto, curato dall’ufficio del Commissario straordinario unico nazionale per la depurazione, è di 4.115.000 euro di cui 3.099.667,57 euro per lavori, comprensivo degli oneri per la sicurezza. L’adeguamento del depuratore di contrada Pianetta fu inserito nella delibera di finanziamento del Cipe n°60 del 2012, che stanziava i fondi per il superamento delle criticità a seguito delle procedure di infrazione comunitaria in materia ambientale. Al termine della conferenza stampa è stato svolto un sopralluogo all’impianto.