Stabilizzazione dei precari, ok con il piano di riequilibrio. Le garanzie dell’assessore Grasso.

“Non esiste alcuna limitazione né impedimento anche per i comuni che essendo in pre-dissesto hanno già ottemperato alla ottemperato alla redazione del Piano di riequilibrio finanziario pluriennale”, così l’assessore regionale alle autonomie locali Bernardette Grasso ha garantito tutti sul percorso che da qui a breve porterà alla stabilizzazione del personale a tempo determinato al comune di Sant’Agata Militello. “E’ finito il precariato, il governo Musumeci ha destinato le somme ad hoc che saranno assicurate fino al 2038. Tutte le amministrazioni comunali, dovranno procedere alla stabilizzazione dei precari ed osservare direttive e scadenze fissate con la circolare del governo regionale. Per gli enti locali che hanno dichiarato il dissesto – ha quindi precisato la Grasso – saranno costretti, invece, a ridurre anche il personale di ruolo”.
L’incontro ieri in aula consiliare a Sant’Agata Militello  alla presenza di una nutrita rappresentanza dei precari santagatesi e dei rappresentanti sindacali. Il sindaco Bruno Mancuso ha quindi confermato la piena determinazione da parte dell’amministrazione comunale a condurre in porto le procedure che consentiranno di stabilizzare gli 80 precari in forza al comune.