Marta e Alberto. Sant’Agata piange le vittime del crollo a Genova

È un Ferragosto di lutto per la comunità di Sant’Agata Militello, che piange la scomparsa di Marta Danisi, la giovane rimasta vittima del drammatico crollo del ponte Morandi a Genova. Marta, 29 anni, da pochi mesi lavorava come infermiera ad Alessandria, presso l’ospedale SS Antonio e Biagio, dopo alcuni anni di esperienza lavorativa a Pisa.

È morta insieme al fidanzato, Alberto Fanfani. La notizia del coinvolgimento della giovane santagatese nel tragico crollo sull’autostrada genovese, che ha provocato decine di morti, si è diffusa a Sant’Agata nella tarda serata di martedì, lasciando attonita e sconvolta l’intera cittadina. Il sindaco Bruno Mancuso ha espresso il proprio cordoglio: “Sono sconvolto e addolorato per la terribile tragedia che ha colpito una nostra compaesana, la giovane Marta Danisi, deceduta in seguito al crollo del ponte Morandi a Genova. Stessa sorte e’ toccata al fidanzato che era in macchina con Lei. A nome di tutta la comunità santagatese esprimo profondo cordoglio e vicinanza ai familiari per questo grande dolore e incolmabile vuoto che li ha colpiti”.  Sospese le manifestazioni estive a Sant’Agata fino al 20 agosto.