Maxi sequestro della Finanza. 290 mila prodotti fuori legge e 9 lavoratori irregolari

I militari della Guardia di Finanza di Capo d’Orlando hanno sottoposto a sequestro circa 290.000 prodotti tra cosmetici, prodotti per l’igiene ed accessori di telefonia non conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa dell’Unione Europea e nazionale, nonché verificata la presenza di 9 lavoratori non regolarmente assunti. Il servizio è stato eseguito nell’ambito dell’intensificazione delle attività a tutela della salute e sicurezza dei consumatori previste dal Codice del Consumo. L’operazione ha riguardato un centro commerciale a Capo d’Orlando all’interno del quale sono stati individuati 289.660 prodotti, di cui alcuni privi delle indicazioni in lingua italiana, altri del marchio CE e delle informazioni recanti la provenienza ed il Paese di origine. L’intervento ha permesso, altresì, di riscontrare l’impiego di 7 lavoratori in nero e 2 irregolari. Il titolare del punto vendita, di origine cinese, è stato segnalato alla Camera di Commercio, per le violazioni della normativa contemplata dal Codice del Consumo e dalle direttive comunitarie, e all’Ispettorato provinciale del lavoro per le violazioni in materia di lavoro sommerso e irregolare. E’ stato, inoltre, eseguito il sequestro amministrativo dei prodotti non conformi, di valore commerciale di circa 531.000,00 euro, ed è stata applicata al trasgressore una sanzione amministrativa che prevede un massimo di € 25.823,00.