Stadio “Fresina”, dopo anni il cantiere finalmente al via. L’ing. Massimo Brancatelli direttore dei lavori

Dovrebbe finalmente vedere la luce, dopo ben cinque anni di attesa dall’approvazione del finanziamento,  il cantiere per la ristrutturazione dello stadio comunale “Biagio Fresina”. Un’opera rimasta “incagliata” dopo che, già nell’Aprile 2013,  con decreto n. 563/S8 del 12.04.2013, fu ammesso a finanziamento l’intervento proposto dall’amministrazione guidata dal sindaco Bruno Mancuso per  €1.437.494,04 . Punteggio e posizione confermati anche dopo la rimodulazione del piano di interventi a seguito dei ricorsi di alcuni comuni rimasti esclusi.  Con  la riprogrammazione dei cosiddetti fondi PAC nell’ambito della legge di stabilità 2015, il governo Crocetta tolse dunque i fondi per i progetti finanziati ad eccezione che per due opere, a Noto e Paternò, poiché quei comuni avevano già compiuto delle procedure vincolanti per la prosecuzione dell’appalto. Nel Febbraio 2017, quindi, a seguito della stipula del cosiddetto “Patto per il Sud”, fu reintrodotto nel Bilancio della Regione Siciliana il capitolo di entrata  per la realizzazione dei progetti finanziati con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 per impiantistica sportiva con  40 progetti da finanziare con le risorse del FSC 2014-2020 per un ammontare complessivo di € 48.696.573,04, tra i quali per l’appunto Sant’Agata.
Nelle scorse settimane è stata comunicata l’ultimazione delle procedure di gara da parte della Centrale unica di committenza, con aggiudicazione dei lavori alla ditta “Sofia Costrizioni” di Agrigento, con il 29,10% di ribasso. L’inizio dei lavori è previsto per il prossimo mese  di aprile. Intanto il comune ha affidato all’ingegnere santagatese Massimo Brancatelli (nella foto)l’incarico per la direzione lavori. Il compenso previsto è pari a 31.430 euro oltre IVA, ed oneri.