Banner 1

Banner 2

“Storie di libertà”, incontro all’Itet Tomasi di Lampadusa

Incontro presso l’aula magna dell’ITET “G. Tomasi di Lampedusa” di Sant’Agata Militello, dal titolo “Storie di libertà” organizzato dall’Associazione Libera-Mente, presieduta dalla Psicologa Eleonora Mangano, e della FAI Antiracket Sant’Agata Militello. Durante l’incontro, inserito nel progetto “Libera-mente, per una mente libera dai condizionamenti mafiosi”, sono state raccontate storie di libertà, coraggio e solidarietà.
Un compendio di testimonianze di uomini che hanno resistito alle pressioni della criminalità riuscendo a rilanciare le loro attività. L’evento, terzo appuntamento di una serie di incontri con le scuole santagatesi, moderato dalla professoressa Teresa Carrara, si è trasformato in una importante occasione di riflessione su esempi di contrasto alla criminalità organizzata locale. Un modello che comprende il lavoro delle forze dell’ordine, della magistratura e della diffusione della cultura della legalità e della responsabilità sociale della comunità. Durante l’incontro sono intervenuti la dirigente scolastica dell’ITET “G. Tomasi di Lampedusa”Maria Antonietta Emanuele, il presidente provinciale FAI Antiracket Giuseppe Foti, Pippo Scandurra e Renzo Caponetti, rispettivamente presidente nazionale FAI Antiracket e presidente regionale FAI Antiracket e Benedetto Giallombardo, presidente FAI Antiracket Terme Vigliatore, imprenditore e testimone di giustizia che ha raccontato di essere stato vittima di  richieste estorsive alle quali si è opposto denunciando. Gli interventi dei relatori hanno catalizzato l’attenzione degli studenti presenti, attraverso lo sviluppo delle rispettive tematiche affrontate che convergono in un’unica direzione, quella dell’enorme e fondamentale contributo che la società civile può dare nella missione di contrasto ai fenomeni del racket e dell’usura di cui il lavoro della Federazione delle associazioni antiracket ed antiusura italiane ne è perfetto esempio.

Samanta Pino

Share