Banner concorso

Centro sociale ex “Pidocchietto”, un’altra eredità che diventa realtà

Sono passati quattro anni (anche se sembrano molti di più, visto il nulla cosmico che regna incontrastato) ma Sant’Agata Militello continua a “incassare” i frutti del lavoro dell’amministrazione comunale guidata dall’allora sindaco Bruno Mancuso. Dopo il Piazzale del Museo dei Nebrodi, l’elisuperficie, la Villa Falcone e Borsellino, la sala d’asta, il Palasport, ecco giungere a compimento il percorso di recupero e riuso dei locali dell’ex “Pidocchietto” per un centro servizi polivalente.
Un intervento il cui progetto (930.000 euro di cui 650.000 finanziati dalla Regione Siciliana e 280.000 a carico del Comune) fu inserito al primo posto in graduatoria già nel 2010  a valere sul bando per la predisposizione di un programma regionale di finanziamento per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani e quindi, dopo la gara espletata ad agosto 2011, finanziato con il decreto (leggi qui) del Dipartimento delle Infrastrutture della Mobilità e dei Trasporti  del 13 Dicembre 2011.  Il contratto di appalto fu quindi stipulato l’8 Marzo 2013, pochi giorni prima delle dimissioni del sindaco Mancuso. L’ex Pidocchietto diventerà un centro sociale  a disposizione per anziani, disabili e soggetti bisognosi, grazie dunque alla programmazione e progettazione partite diversi anni addietro ed oggi, nonostante i ritardi degli ultimi anni, finalmente concretizzatosi.