Addio 2016, anno delle streghe e dei fantasmi! Buon anno Sant’Agata!

L’anno della caccia alle streghe, l’anno dei complotti e degli ostruzionisti, delle mani messe avanti, l’anno dei fantasmi e di coloro che gli spettri li agitano e continuano ad agitarli, sperando che ci sia (ancora) qualcuno disposto a credergli e correre ad acchiapparli!
sottilefondipersiDodici mesi durante i quali a tratti sono sembrate davvero incredibili, ai limiti della realtà, le contraddizioni e le inefficienze in un paese costretto ancora una volta a fare i conti con un’approssimazione amministrativa da brividi, mascherata con un atteggiamento di perenne vittimismo, di chi continua a professarsi preda di presunti “sistemi”  e complotti orditi in chissà quale stanze oscure. , senza rendersi conto che in realtà l’unico complotto è quello dell’insufficienza amministrativa con la quale, da quel nefasto Giugno 2013, hanno condotto il paese, senza scampo, a sbattere contro un muro.
Un muro che continua, purtroppo, ad essere la metafora del paese che crolla.
lungomare-29dic2016Quel lungomare che continua a  sbriciolarsi metro dopo metro sotto gli occhi di tutti è, purtroppo, una ferita sanguinante che si apre ogni giorno di più nel cuore dei santagatesi.
E allora, all’alba del 2017 non possiamo che augurare ed augurarci che il prossimo sia davvero un anno migliore, per tutti!

Buon anno a chi ci crede ancora, ed anche a chi ormai ha smesso di sperarci.
A chi vede il proprio paese “morire” .
Buon anno a chi ci ha ormai fatto l’abitudine ad entusiasmarsi e lasciarsi coinvolgere dalle iniziative di Natale, Carnevale o Estate degli altri paesi… tanto a San’Agata è sempre notte fonda!
Buon anno a chi non fa più caso se ovunque, o quasi, arrivano fondi per le riqualificazioni dei lungomare, delle scuole, delle strade, degli edifici comunali… tanto a Sant’Agata non arriva un soldo, perché non si partecipa ai bandi o quei soldi già ottenuti bisogna a volte restituirli!
Buon anno a chi osserva amministratori locali spendere le proprie energie per risolvere i problemi della propria gente… mentre a Sant’Agata ci si batte per la poltrona di assessore!
Buon anno a chi pensa che per riuscire a cavarsela, ancor di più in un momento storico così difficile, servirebbero competenze e programmazione, amministrativa e finanziaria… ma a Sant’Agata si pensa intanto a fantasmi e presunti complotti!
Buon anno a chi si rallegra passando da contrada Bagnoli a Capo d’Orlando scorgendo un porto che cresce a vista d’occhio ed ormai prossimo ad aprire, che quando a Sant’Agata c’era già l’appalto lì non c’erano ancora neanche i soldi… intanto qui è trascorso tempo ad inseguire sentenze e incartarsi su bandi poi da revocare!
Buon anno a chi era in prima fila all’inaugurazione del Palasport (ne mancavano giusto un paio) quando fino a pochi mesi prima firmava esposti su presunti illeciti perpetrati in quel cantiere!
Buon anno a chi pensa che la prima forza di ogni leader sia la propria la squadra… mentre a Sant’Agata la struttura comunale è rivoltata, ingarbugliata, presa di mira,  additata di continuo di presunte omissioni  o altri misfatti!
Buon anno a chi ammira quelli che lavorano quotidianamente per la propria comunità, chi porta avanti con autorevolezza le istanze del proprio territorio…invece a Sant’Agata si spendono soldi ed energie per ricorsi vari!
Buon anno agli sportivi che sono tornati a sognare grazie alle imprese del Città di S.Agata Calcio…aspettando che il “Fresina”  diventi uno stadio vero!
Buon anno a chi ha votato la sfiducia, dodici mesi fa, convinto che porre fine alla sciagurata esperienza Sottile sarebbe stato l’unico modo per dare possibilità a Sant’Agata di uscire dal baratro…
Buon anno anche a chi quella sfiducia non l’ha votata, convinto, legittimamente, che a Sant’Agata tutto vada bene e che davvero le colpe erano solo di quelli che c’erano prima!
Buon anno anche a chi di quella scelta si è adesso ricreduto!
Buon anno ai teorici del “sistema”, quelli che hanno dato fiato, e messo a verbale, tutto il loro odio… il tempo sarà galantuomo!
Buon anno a chi ci legge e ci apprezza, a chi ci legge e prepara la risposta, buon anno a chi quella risposta poi la firma, a chi ci denuncia, ci critica o semplicemente, ci ignora!
Buon anno a tutti…ma soprattutto, come sempre… BUON ANNO SANT’AGATA!
Nella speranza, anche stavolta, più delle altre volte,  che il prossimo sia decisamente migliore!