Degrado a Capita, il mercato resta sul lungomare

Contrada Capita 1Evidentemente avevano ragione quanti di recente hanno ripetutamente denunciato, anche con interrogazioni consiliari della maggioranza, lo stato di abbandono e degrado in cui versa l’area di contrada Capita-Terreforti. La conferma giunge oggi con l’emissione dell’ordinanza sindacale n°53 (leggi pdf) che impone l’alt al previsto trasferimento, nei mesi di Luglio e Agosto, del mercato settimanale dal Lungomare al sito originario di Capita-Terreforti. Alla base della decisione di bloccare il ritorno nei mesi estivi del mercato dal Lungomare a Capita, così come previsto nella delibera approvata dal consiglio comunale dei Novembre 2013, una relazione firmata dal comandante della Polizia Municipale, Nino Ciccarello che, nei fatti, certifica l’assoluta mancanza di cura, manutenzione e pulizia della contrada, di cui, evidentemente, l’amministrazione comunale, da Gennaio ad oggi, non si è mai curata, tanto da giungere adesso all’impossibilità di svolgimento del mercato viste “le attuali condizioni ed i problemi igienico sanitari”. “Necessità di intervento per la scerbatura dei ciglioni e di pulizia generale dell’area”, si legge nella relazione che fai poi riferimento anche alle denunce di numerosi residenti della contrada circa la presenza continua di ratti, zecche, zanzare e scarafaggi.  In più sono stati rilevati anche altri problemi come, ad esempio, l’impossibilità di utilizzo dei bagni pubblici installati proprio a servizio dei fruitori del mercato e l’assenza di copertura di un canale di raccolta delle acque piovane lungo il limite tra il piazzale di Capita e l’edificio dei Vigli del Fuoco.

OLYMPUS DIGITAL CAMERATali ragioni, come detto, denotano un grave stato di abbandono di contrada Capita-Terreforti, inaccettabile a prescindere dalla presenza o meno del mercato settimanale, il cui ritorno a Capita anche solo per due mesi, non è un mistero, è sempre stato visto di cattivo occhio dagli operatori ambulanti. Il mercato settimanale del Martedì anche nei mesi di Luglio e Agosto – conclude l’ordinanza n° 53 – sino all’eliminazione delle cause che ne impediscono il regolare svolgimento in tutta sicurezza, continuerà a svolgersi su viale Regione Siciliana, nel tratto compreso tra il torrente Posta ed il piazzale Peppino Impastato.

 

 

Articoli correlati

Lungomare, ci siamo quasi. 1550 giorni dopo, ormai... In questi giorni, sulle cronache locali e per le vie cittadine, non si fa che parlare dell'ormai imminente riapertura del lungomare crollato di Sant'A...
Associazione di Dietetica Italiana, Lidia Lo Prinz... La dottoressa Lidia Lo Prinzi, dietista che da anni lavora a Sant’Agata Militello, fautrice del metodo alimentare “Tre Emme”, è stata eletta consiglie...
Asili nido, a Sant’Agata contributo regiona... Il comune di Sant'Agata Militello ha ottenuto l'accesso ai fondi messi a disposizione dal bando, pubblicato lo scorso settembre, dall'assessorato regi...