Politica

Pubblicato il: 21, gennaio 2015

ccr sagata rifiutiNel tourbillon di polemiche che stanno accompagnato l’avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti a Sant’Agata Militello, con gestione in house di spazzamento e raccolta differenziata, e affidamento all’impresa Gilma della raccolta indifferenziata, la Cgil irrompe sulla scena chiedendo all’Ispettorato del lavoro di Messina ed al servizio medicina del lavoro dell’Asp un’ispezione al centro comunale di raccolta di contrada Rosmarino. La richiesta d’ispezione (leggi richiesta), firmata dal segretario provinciale Fp Cgil Carmelo Pino, tende a verificare se il personale addetto a presidiare il CCR  sia stato debitamente formato ed addestrato e sia regolarmente inquadrato nelle aree funzionali previste dal CCNL. La Cgil chiede inoltre di verificare se l’impresa GILMA srl, applichi in maniera corretta il CCNL. “Ci risulta non si rispettino l’orario di lavoro e le qualifiche e livelli dei lavoratori impegnati – afferma Carmelo Pino – . Ci risulta infine che gli addetti allo spazzamento, contrattisti ed articolisti dello stesso comune, abbiano applicato un CCNL diverso da quello FISE ASSOAMBIENTE”. Il sindacato attacca dunque frontalmente l’amministrazione comunale, rea di aver posto in essere “lo spacchettamento del ciclo dei rifiuti, con il risultato di avere in maniera irresponsabile tolto lavoro ad un ventina di lavoratori storici del settore disattendendo a quanto previsto dall’accordo quadro siglato il 6 Agosto 2013 tra le OO.SS. e l’Assessorato Regionale all’Energia”.

 

 

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy