CoronaVirus

Istituto Zito, cosa ne sarà in futuro. L’intervista al Vescovo Mons. Giombanco.

“Questo istituto resterà a disposizione della comunità di Sant’Agata, ed in particolare dei ragazzi, rimanendo fedeli alla volontà dei fondatori”. Lo ha detto ieri il Vescovo di Patti, Mons. Guglielmo Giombanco, a margine della sua visita all’istituto Zito di Sant’Agata Militello nella quale si è concordata la disponibilità della aule da concedere alla scuola “Marconi” (leggi qui).

Giombanco ha sottolineato come, non vi sia da parte della Diocesi, che si è trovata a gestire la struttura dopo la chiusura dell’attività delle suore Figlie di Maria Ausiliatrice, “nessuna intenzione di interrompere quelle attività che sono a favore dei ragazzi. “L’istituto Zito – ha detto Giombanco – è un ente ecclesiastico, finora gestito dalle suore che purtroppo hanno chiuso la loro attività. Noi come Chiesa abbiamo l’onere di continuare a mantenere attive le finalità dell’istituto che sono sintetizzate nella formazione ed educazione morale e cristiana dei ragazzi di Sant’Agata”.

Di seguito l’intervista:

error: Questo contenuto è protetto !!