Banner Indicazioni Corona Virus

Rientri dal Nord Italia, controlli alla stazione. Martedì conferenza sindaci del distretto. C’è anche l’ordinanza regionale.

Il sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso insieme alla giunta ed al Presidente del consiglio comunale, al comandante della Polizia locale ed al Responsabile del servizio di Protezione civile comunale, s’incontreranno domani per un vertice sugli interventi per l’attuazione e la garanzia delle misure disposte con il Dpcm del 8 marzo firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri.
Obiettivo primario dell’amministrazione è tenere sotto stretta osservazione il potenziale flusso in arrivo di persone che stanno tentando, o lo hanno già fatto, di rientrare in Sicilia dalle Regioni del Nord Italia individuate come zone rosse della diffusione del Covid-19.   “Si rammenta a tutti quanto già disposto dalle autorità nazionali – sottolinea il sindaco Mancuso – e da un’apposita ordinanza del Presidente della Regione Siciliana in fase di notifica ai Prefetti, ai Questori ed ai 390 sindaci dell’Isola, con l’obbligo assoluto per chi arriva in Sicilia dalle zone rosse, con qualsiasi mezzo, di informare il medico di base e porsi in autoisolamento. Nella sua ordinanza, il Governatore richiama le competenze comuni a tutte le Regioni italiane e quelle previste dal comma 2 dell’articolo 31 dello Statuto siciliano, che conferiscono al presidente della Regione il potere di disporre delle forze di polizia in caso di necessità. A tal fine attueremo a livello municipale tutti i presidi di controllo necessari. Siamo in stretto contatto con le forze di polizia locali per intensificare i controlli ed è stato disposto un controllo costante alla stazione di Sant’Agata Militello da parte della Polizia locale sui passeggeri provenienti dal nord che scendono a Sant’Agata. A questi saranno chiesti generalità, destinazione e telefono. Si invita pertanto la cittadinanza tutta a collaborare con le autorità comunali, ed i gestori di locali pubblici ed attività commerciali di attenersi alle norme in vigore”.
Martedì 10 marzo alle 15.30 presso il castello Gallego è stata quindi convocata una riunione urgente di tutti i sindaci dei comuni del distretto socio sanitario 31, di cui Sant’Agata è capofila, cui sono stati invitati anche i vertici dell’Asp e del presidio ospedaliero, per discutere proprio di misure condivise per il contenimento del rischio di contagio.  “Ribadisco l’appello già espresso nei giorni scorsi a tutta la cittadinanza a tenere un comportamento responsabile, nel pieno rispetto di tutti, ad osservare scrupolosamente le disposizioni sanitarie vigenti, modificando il proprio stile di vita abituale vista l’attuale situazione d’emergenza, senza tuttavia lasciarsi trasportare da panico, rabbia o altri sentimenti che non giovano alla serenità comune, indispensabile per superare tutti insieme un momento così delicato”.

Share
error: Questo contenuto è protetto !!