CoronaVirus

Emergenza simulata al porto, test positivo per la macchina di pronto intervento.

Giornata di esercitazione e addestramento ieri al porto dei Nebrodi di Sant’Agata Militello per tutti gli enti e soggetti coinvolti in caso di emergenze nelle aree portuali e concomitanti emergenze in mare di natura ambientale.

Coordinate dalla Guardia Costiera di Sant’Agata Militello, le operazioni sono scattate alle ore 10 a seguito del May Day lanciato via radio dal Comandante della Motonave REC OIL IV, unità del Consorzio Castalia preposta al contrasto dei fenomeni d’inquinamento in mare e da tempo ormeggiata al porto,  dopo che il primo tentativo di domare l’incendio posto in essere dall’equipaggio con le dotazioni di sicurezza di bordo non è stato in grado di fronteggiare il pericolo generatosi in sala macchine.

Prontamente si è attivata la macchina degli interventi con il coinvolgimento diretto dei Vigili del Fuoco, Nucleo operativo d’intervento portuale, Carabinieri, Ufficio Tecnico Comunale, Protezione Civile, NOIS, Direzione dei lavori del porto, Polizia Municipale e Servizio 118, tutti operanti nel contesto santagatese e ciascuno intervenuto per i propri profili di competenza secondo le consolidate procedure d’intervento.

Tenuto conto anche di un possibile eventuale scenario di inquinamento derivante dalla fuoriuscita di idrocarburi, è stata impiegata la motovedetta del locale Ufficio circondariale marittimo, che ha supportato via mare le attività di spegnimento dell’incendio e l’attivazione delle procedure antinquinamento.

L’esercitazione è risultata un test positivo per la verifica delle procedure di cooperazione tra gli enti e soggetti preposti ed ha rappresentato una chiara risposta a beneficio di tutta la realtà marittima e portuale locale.

error: Questo contenuto è protetto !!