Banner concorso

Porto dei Nebrodi centro d’interesse internazionale. Visita della delegazione dell’associazione mondiale porti turistici.

Il Porto dei Nebrodi di Sant’Agata Militello,in via di ultimazione, al centro dell’interesse di stakeholder internazionali, attirati dalla posizione strategica e dai servizi offerti dal hub santagatese. Domenica mattina una delegazione di “Icomia”, l’associazione mondiale dei porti turistici, ha fatto visita al cantiere del Porto accompagnata dal sindaco Bruno Mancuso e dal comandante del Circomare santagatese, tenente di vascello Donato Bonfitto.

La delegazione, presente anche la direttrice del porto di Capo d’Orlando Enza Di Raimondo, era guidata da Roberto Perocchio, rappresentante di Ucina ( Confindustria nautica) e presidente di Assomarinas, al loro fianco i delegati di numerosi Paesi europei ed extraeuropei: Udo Kleinitz per Londra, Peter Jansen proveniente da Berlino e rappresentante dell’associazione tedesca delle industrie nautiche e dei porti turistici; Martinho Fortunato per il Portogallo, ed ancora Gary Greenwood, vicepresidente del gruppo Westrec che controlla 30 scali turistici; Julie Balzano, direttrice del settore marketing internazionale di Nmma, l’associazione statunitense delle industrie nautiche, Jeff Houlgrave di quella britannica dei porti turistici, Darren Vaux dell’associazione australiana, titolare del Marina Bobbin’ Head ,vicino a Sydney; YP Loke, per le industrie nautiche e porti turistici di Singapore, Nabil Farhat, esponente dell’associazione araba dei porti turistici, ed editore della più importante rivista araba di yachting, “World of Yachts”; Stavros Katsikadis, manager del porto turistico greco, Marina Flisvos di Atene, Jean Michel Gaignè, presidente di Transeurope Marinas, primo consorzio europeo di porti turistici.

«L’avvio delle attività portuali, previste per l’agosto 2020 – ha detto Mancuso – rappresenterà lo sviluppo della città e di un ampio comprensorio, e per quell’appuntamento dobbiamo essere pronti. Il nostro porto potrà assumere un ruolo primario sia nel settore della cantieristica che in quella dell’accoglienza e dell’assistenza tecnica per i maxi yacht e che per i diportisti, trattandosi di una struttura portuale pubblica».