Il Pta torna al palazzo del distretto. L’ospedale ritrova i suoi spazi. Soddisfazione di Mancuso e Grasso

Il Presidio territoriale di assistenza (PTA) ritorna al palazzo del distretto sanitario di via Catania. Un trasferimento, dopo sette anni, che era stato più volte auspicato e sollecitato nei tavoli tecnici con gli operatori del settore sanitario ed i rappresentanti istituzionali è che è stato oggi reso operativo grazie ad un provvedimento del direttore generale del’Asp 5 Paolo La Paglia su indicazione dell’assessore regionale alla salute Ruggero Razza.
L’ala del vecchio ospedale, quella su via Medici, di più recente ristrutturazione, potrà così servire finalmente per l’ampliamento degli spazi ospedalieri e garantire gli standard necessari per l’adeguamento della struttura santagatese alle normative vigenti. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Bruno Mancuso e dall’assessore agli enti locali Bernadette Grasso.

“Si potrà dare più spazio all’ospedale per poter avere l’adeguamento alle normative di sicurezza e poter così ottenere l’accreditamento per tutte le opere che si stanno facendo ed anche per creare nuovi spazi a salvaguardia del punto nascita – commenta il sindaco Mancuso -. L’attenzione che pone il governo Musumeci al nostro ospedale è dunque motivo di ottimismo e di conforto. Un ringraziamento doveroso e sentito, a nome di tutto il distretto Socio-sanitario di Sant’Agata di Militello – conclude Mancuso – all’assessore regionale alla salute Ruggero Razza, con cui interloquiamo frequentemente, e alla nostra cara assessore regionale agli enti locali Bernadette Grasso, che dimostra la consueta attenzione ed attaccamento al territorio di appartenenza”.

“Il Governo Musumeci conferma l’attenzione per il nostro territorio: dopo lo stanziamento delle risorse per salvare il punto nascita e il riconoscimento di centro spoke di primo livello per pazienti colpiti da ictus, infatti, l’Ospedale di Sant’Agata di Militello riguadagna i suoi spazi, al fine di riorganizzare i servizi, adeguarsi alle più recenti normative sulla sicurezza ed accreditarsi a pieno titolo per l’ottenimento di futuri investimenti – ha detto l’assessore Grasso -. Ringrazio ancora una volta l’assessore Razza per la sensibilità e la vicinanza che sempre dimostra al territorio nebroideo e il Direttore La Paglia per la sollecitudine con cui ha condiviso l’importante iniziativa, disponendo il trasferimento”,

Share