La minoranza si spacca. Puleo: “Opposizione senza coraggio, faccio da solo”. Terremoto nel Pd

Spaccatura in seno al gruppo di minoranza consiliare a Sant’Agata Militello, protagonista in questi nove mesi di qualche presa di posizione a dire il vero difficilmente sostenibile, visti i lasciti dei precedenti cinque anni di amministrazione, e nulla più. A scatenare il terremoto il consigliere Giuseppe Puleo che, con una nota al vetriolo fatta veicolare per email a numerosi recapiti stampa, accusa i colleghi di “scarso coraggio” e comunica di abbandonare il gruppo di minoranza.
“Prendo le distanze perché non condivido l’azione morbida, il modo soft di fare politica, il “vogliamoci bene” del Gruppo di opposizione, che rischia di agevolare la politica dissennata dell’Amministrazione e che potrebbe renderlo complice di un ritorno al passato sempre più preoccupante e sempre più ad immagine e somiglianza degli anni più bui della storia della nostra città. Forse danno fastidio il consenso, la  competenza, il coraggio, la lealtà ed il rispetto che mi è, da tanti e quotidianamente, sottolineato. Probabilmente per alcuni sono  scomodo, per il mio modo autentico e trasparente di fare politica, senza strategie e perseguimento di interessi personali. Forse a Sant’Agata c’è qualcuno, sia nel Pd che nell’opposizione, che pensa che la politica si possa fare senza coraggio, senza consenso, senza qualità, solo con accordi sottobanco o giochi di potere, avendo a cuore il do ut des anziché la difesa dei diritti dei cittadini. Voglio ripartire da zero come ho fatto dieci anni fa quando mi sono trovato solo in consiglio: 19 contro uno. In quella occasione sono riuscito a fare un opposizione seria attenta e costruttiva”. 
Puleo si è quindi dimesso anche dal ruolo di coordinatore cittadino del Pd, probabilmente anche a seguito dei recenti malumori interni al Pd con il risultato poco soddisfacente del candidato alle primarie Martina, sostenuto dall’altra esponente di opposizione Starvaggi, candidata a sua volta alle primarie dei democratici: “Mi sono impegnato, come sempre, al massimo con lealtà e rispetto delle regole, anche se non posso non sottolineare che la stessa lealtà e rispetto delle regole, non ho ritrovato in alcune componenti del circolo locale”.