Tombini aperti e rifiuti. Scene tristi di degrado in un primo Maggio santagatese

Purtroppo ormai è un triste rituale. Le occasioni nelle quali la cittadinanza santagatese ha la possibilità di trascorrere qualche ore all’aria aperta nelle ville comunali, sono quasi sempre accompagnate da lamentele e segnalazioni di casi di incuria e degrado.
Anche ieri, festa del 1° Maggio, le denunce sul pessimo stato di villa Bianco sono fioccate.

Tombini aperti, pericolosissimi per i numerosi bimbi che hanno trascorso la giornata giocando nel parco, ma anche cestini divelti e rifiuti accatastati in ogni angolo.
La buona dose d’inciviltà umana purtroppo non manca mai purtroppo, così come purtroppo non si riesce ad intravedere, di volta in volta, la mano di chi vigila o di chi dovrebbe prevenire, ad esempio sistemando i tombini ed eliminando le situazioni di pericolo, riparando i cestini porta rifiuti, molti dei quali sradicati da tempo, o predisponendo un adeguato piano di pulizia e manutenzione delle ville comunali e delle aiuole sul territorio, che risultano sempre di più in preda all’abbandono in varie parti del paese.