Ecoreati. Alla Polizia di Sant’Agata il premio nazionale di Legambiente

“Al commissariato di PS di Santagata Militello, rappresentato dal Vice Questore Aggiunto Daniele MANGANARO: per il lavoro svolto nel contrasto ai reati di agromafia ed ecomafia, all’interno dell’area dei nebrodi, in provincia di Messina, territorio ad alta presenza mafiosa; sono stati numerosi i sequestri di depuratori malfunzionanti, operati grazie alla nuova legge 68/2015 sugli ecoreati”. Questa la motivazione ufficiale del premio conferito da Legambiente Italia alla Polizia di Sant’Agata Militello, consegnato dal Presidente del Senato Pietro Grasso. Tra i premiati  un sindaco, una giovane cooperativa sociale , un giornalista, rappresentanti delle forze dell’ordine , magistrati. Nove difensori della legalità contro l’ecomafia e la criminalità cui è stato assegnato il premio “Ambiente e Legalità” nell’ambito di Festambiente, il festival nazionale di Legambiente che si tiene in Maremma, a Rispescia (GR). Premio al Nucleo operativo ecologico (Noe) di Potenza; al Nucleo Tributario della Guardia di Finanza di Roma; all’Ufficio Circondariale Marittimo della Capitaneria di porto di Palinuro; al Corpo Forestale dello Stato (CFS) dell’Emilia Romagna; al Commissariato della Polizia di Stato di Sant’Agata Militello (Me) per il lavoro svolto nel contrasto ai reati di agromafia ed ecomafia all’interno dell’area dei Nebrodi, in provincia di Messina, territorio ad alta presenza mafiosa; alla Procura di Bari per il lavoro svolto contro i traffici internazionali di rifiuti, in coordinamento con forze di polizia e altri organi internazionali; e alla promozione di un protocollo interno di screening sulle criticità ambientali che possono generare illeciti penali; alla Cooperativa Giancarlo Siani di Ercolano(Na); al giornalista Fabrizio Feo del Tg3 . Infine al Sindaco di Licata (Ag) Angelo Cambiano: per l’impegno e la dedizione contro l’abusivismo edilizio e per il rispetto del territorio cittadino dalle mire speculative.