Banner concorso

Dissequestro e nuovi sigilli. Lo strano caso della strada franata

Rischia di diventare un singolare caso giudiziario quello legato alla strada Naso – Ponte Naso, franata a fine Gennaio, dopo i lavori di consolidamento,  e posta sotto sequestro il 18 Febbraio scorso dalla Procura della Repubblica di Patti. Un provvedimento avversato dall’amministrazione comunale con ricorso al Tribunale del Riesame, presentato dall’avvocato Massimiliano Fabio che rappresenta il sindaco Daniele Letizia. Il tribunale del Riesame ha accolto le tesi difensive dell’avvocato Fabio, emettendo l’ordinanza di annullamento del sequestro preventivo e disponendo dunque la riapertura del tratto di strada in questione, in località Gattina.
massimiliano fabio avvocatoContestualmente alla notifica del dissequestro, però, questa mattina gli agenti del commissariato di Polizia di Capo d’Orlando hanno notificato anche un nuovo provvedimento di sequestro firmato dal pm Giorgia Orlando, Si tratta di un sequestro probatorio motivato, secondo la Procura, dalla necessità di eseguire gli accertamenti e le verifiche tecniche che sulla progettazione e sui lavori eseguiti in quel tratto di strada poi franato, La Naso – Ponte Naso resta dunque interdetta al transito. Al nuovo provvedimento di sequestro l’avvocato Fabio per conto del comune di Naso si rivolgerà ancora al Tribunale del Riesame di Messina chiedendone la revoca.