“Camelot”, respinte le eccezioni. Prosegue l’udienza preliminare

“Non sono condivisibili le doglianze delle parti circa l’eccezione di nullità ed inutilizzabilità degli atti d’indagine che protratti oltre l’asserita scadenza del termine delle indagini preliminari”. Si è espressa così il Gup del Tribunale di Patti, Ines Rigoli, che ha disposto il procedersi oltre nell’udienza preliminare relativa all’inchiesta “Camelot” sui progetti di alcune opere pubbliche santagatesi. Atti ed intercettazioni telefoniche, di cui i legali delle difese chiedevano la nullità, sono dunque utilizzabili. L’udienza preliminare riprenderà il 15 Luglio con la discussione del pubblico ministero, il Procuratore della Repubblica Rosa Raffa, e delle parti civili. Il dibattimento andrà avanti fino al 20 Luglio, con l’audizione delle difese, quindi Martedì 21 Luglio la conclusione dell’udienza preliminare e la decisione sulle richieste di rinvio a giudizio formulate  nei confronti dei venti indagati.