Diffamazione su Facebook. A processo l’assessore Puleo

Dovrà comparire di fronte al giudice monocratico del Tribunale di Patti il prossimo 18 Maggio, l’assessore del Comune di Sant’Agata Militello Giuseppe Puleo, per rispondere del reato di diffamazione nei confronti del presidente del consiglio comunale Antonio Scurria. puleosantagataNei confronti di Puleo è giunto il decreto di citazione diretta a giudizio firmato dal Pubblico Ministero Alessandro Lia. L’ipotesi di reato a carico di Puleo riguarda un commento postato dallo stesso assessore sul profilo Facebook  attinente alla vicenda legata all’appalto per il completamento del Porto di Sant’Agata Militello. In quel post datato 16 Agosto 2014, , Puleo scriveva di “incarichi poco leciti e professionisti poco competenti”,  gettando ombre su quelli che definiva “disastri che sul porto ha determinato la triplice intesa Scurria, Mancuso, Contiguglia”. Secondo il pm, dunque, con quelle frasi su Facebook, Puleo offendeva la reputazione di Scurria , con l’aggravante di aver commesso il fatto mediante l’attribuzione di un fatto determinato e col mezzo di un sito internet pubblico, appunto Facebook.
antonio scurria1A seguito di ciò, il presidente del consiglio comunale Antonio Scurria propose denuncia per diffamazione nei confronti di Puleo, tramite il legale di fiducia, avvocato Massimiliano Fabio. Puleo, che dovrà dunque comparire a giudizio il prossimo 18 Maggio alle 9 al Tribunale di Patti, è difeso dall’avvocato Paolo Starvaggi.

Articoli correlati

Ospedale e nuova rete sanitaria. Domani al castell... Si svolgerà domani, giovedì 21 febbraio, con inizio alle ore 17 presso la sala conferenze del castello Gallego, un consiglio comunale straordinario ap...
Start-up e percorsi imprenditoriali per i giovani ... Attivazione di laboratori di crescita imprenditoriale, di nuovi percorsi imprenditoriali per i giovani e realizzazione dei progetti di start-up. Tutto...
Sigilli ad uno studio dentistico. Un medico ed un ... Uno studio dentistico è stato posto sotto sequestro dai Carabinieri in esecuzione di un decreto di perquisizione, emesso dalla Procura della Repubblic...