Taglio treni in Sicilia, dietrofront di Ferrovie

Il pericolo sembra scampato. Ferrovie dello Stato fa dietro front ed annuncia che non ci sarà alcuna riduzione nell’offerta di trasporto ferroviario da e per la Sicilia. Scongiurata, dunque, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali, la paventata soppressione dei treni a lunga percorrenza e la riduzione del servizio di traghettamento dello stretto. La notizia a margine dell’incontro svoltosi a Roma tra l’amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia, e l’assessore ai trasporti della Regione Sicilia, Giovanni Pizzo. “L’ad Elia e l’assessore Pizzo, giunto ieri nella Capitale in treno per discutere con i vertici di FS della questione dei collegamenti ferroviari con l’isola – si legge in un comunicato del gruppo ferroviario –  hanno inoltre concordato di avviare ogni possibile azione di miglioramento per ridurre sensibilmente i tempi di viaggio delle tratte interne e dei treni a lunga percorrenza da e per la Sicilia”.

Articoli correlati

Parcheggio “Metropark” stazione. Il co... Una misura indispensabile per decongestionare la viabilità dell'area adiacente la stazione ferroviaria di Sant'Agata Militelo garantendo ai numerosi p...
Caos scuole. Le novità dopo il vertice alla Citta ... Il 12 settembre, così come deciso nel corso della riunione in Prefettura il 31 agosto, le lezioni inizieranno regolarmente nelle strutture che saranno...
Istituti scolastici insicuri. A Sant’Agata c... Solo cinque istituti scolastici di competenza della Città Metropolitana di Messina rispondono ai requisiti di sicurezza previsti . Tra questi a Sant'A...