Attualità

Pubblicato il: 9, novembre 2013

fiera bestiame“Non si comprendono le ragioni per le quali è stata annullata la Fiera del Bestiame, atteso che è notorio che la malattia della lingua blu non colpisce indiscriminatamente tutte le specie animali”. E’ il presidente del consiglio comunale Antonio Scurria a sollevare il caso dopo ‘ordinanza del sindaco di sospendere la tradizionale e storica fiera del bestiame, in programma a Sant’Agata Militello per il 14 di Novembre. L’ordinanza n°117(vedi articolo e pdf  in archivio) di sospensione della fiera del bestiame  era stata infatti motivata da un parere del servizio prevenzione dell’Asp 5 di Messina che segnalava la presenza di un focolaio attivo di “Bleu tongue” nel territorio di Torrenova, definendo quindi Sant’Agata Militello come zona di restrizione. Da lì la scelta del sindaco di emettere il provvedimento di annullamento del tradizionale appuntamento di compravendita del bestiame. Secondo il presidente del consiglio, però, il provvedimento di sospensione non sarebbe giustificato, poiché, scrive Scurria in una nota (vedi pdf sotto) la malattia non colpisce indiscriminatamente tutte le specie animali. “Per tali ragioni – scrive Scurria –  si ritiene opportuno che il Sindaco proceda con immediatezza alla modifica della propria ordinanza, al fine di consentire lo svolgimento della Fiera Storica limitatamente alle specie non sensibili alla “Bluetongue”, quali equidi e suidi. Non appare superfluo sottolineare la rilevanza della manifestazione e le refluenze economiche per gli allevatori del territorio”.

Pdf nota stampa fiera

 

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy