Politica

Pubblicato il: 23, settembre 2013

 Il tempo stringe, la scadenza del 30 Settembre si avvicina ed il consiglio comunale si avvia alla discussone ed approvazione del bilancio di previsione 2013. Un bilancio che, come ormai sempre più aspramente da diversi anni a questa parte, sarà sempre più all’insegna del contenimento della spesa ma che, rispetto allo schema approvato dalla giunta, potrebbe subire corpose variazioni ed aggiustamenti grazie agli emendamenti presentati dal gruppo di maggioranza consiliare. In particolare i consiglieri di opposizione hanno iscritto a registro ben 13 emendamenti , mentre nessuna richiesta di modifica è arrivato dai consiglieri che sostengono l’amministrazione. “Non condividiamo l’impostazione data al bilancio dall’amministrazione comunale – dichiara il consigliere Elisa Gumina – . Abbiamo, presentato diversi emendamenti modificativi dello strumento finanziario che riguardano sia le spese correnti che gli investimenti, mentre, per scelta, non sono stati toccati i capitoli di spesa relativi al sociale ed alle scuole”. Oltre ad interventi di razionalizzazione delle entrate e della spesa, gli emendamenti proposti dal gruppo di maggioranza riguardano, in particolare, lo stanziamento di somme per: – l’istituzione di una borsa di studio per studenti meritevoli in condizioni di basso reddito (2.500 €); – l’acquisto di carrozzine per diversamente abili a fini di fruizione della spiaggia e del mare (2.000 €); – l’incremento dei fondi per il randagismo (2.250 €).  “Inoltre – prosegue ancora il consigliere Gumina –  abbiamo previsto fondi per la realizzazione di opere di urbanizzazione all’interno del Cimitero, per la ristrutturazione degli edifici scolastici e per la definizione dell’iter del PRG”. Prevista infine la cancellazione di un  mutuo, a carico dei cittadini, che l’amministrazione avrebbe invece in programma di accendere per finanziare incarichi professionali: “Riteniamo – conclude Gumina – che, come accaduto in passato, debba essere l’ufficio tecnico comunale, dotato di professionalità e strumenti all’altezza, a progettare le opere”. Dal punto di vista tecnico, nel bilancio 2013 farà il suo ingresso la Tares, in entrata e uscita, con copertura dei costi del 100%, mentre sarà applicatoun  avanzo di  € 1.153.000 ereditato dall’amministrazione precedente e destinato a debiti fuori bilancio. Applicati anche  € 670.000 di accertamenti ICI anni pregressi (entrata una tantum).

In allegato i pdf dei documenti

Pdf Relazione revisori bilancio 2013
Pdf Relazione 2013-2015 previsionale e programmatica
Pdf quadro generale riassuntivo bilancio 2013
Pdf Proposta Bilancio di previsione 2013

 

 

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy