Cronaca

Pubblicato il: 12, settembre 2018

Inizia la scuola e, con le attività didattiche, parte il progetto “Scuole Sicure”, che prevede lo
svolgimento di servizi specifici della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di
Finanza e delle Polizie locali volti al contrasto di fenomeni quali bullismo, cyberbullismo ed
in particolare spaccio di stupefacenti.
Sulla base di precise direttive del Ministro dell’Interno, il Dipartimento della Pubblica
Sicurezza ha promosso, a livello nazionale, una capillare azione a tutto campo volta a
monitorare e contrastare eventuali episodi di spaccio di stupefacenti ed altre illegalità nei
pressi delle scuole. Nel corso di una riunione interforze del Comitato Provinciale per
l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto di Messina, anche in questa
Provincia sono stati pianificati e attuati, sulla base di un’ordinanza del Questore, specifici
servizi di prevenzione e repressione che, fin dal primo giorno di scuola, vedranno
impegnate tutte le forze di polizia. In particolare, è prevista un’intensificazione della
vigilanza in prossimità degli istituti scolastici in particolar modo in concomitanza con gli
orari di ingresso e di uscita degli studenti. Contro pusher e soggetti comunque sorpresi a
delinquere, le Forze di Polizia, oltre agli strumenti tradizionali previsti dalle norme del
codice penale, avranno a disposizione anche lo strumento normativo del c.d. DASPO
urbano.

spazio

© 2018 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy