Politica

Pubblicato il: 15, novembre 2014

rifiuti fiera1

Il biglietto da visita è a dir poco raccapricciante. Migliaia di visitatori provenienti da tutta la Sicilia che, grazie anche alla clemenza delle condizioni meteorologiche, stanno affollando già da ieri il lungomare di Sant’Agata Militello in occasione della tradizionale Fiera storica, accolti stamattina da cumuli di rifiuti rimasti per strada, di fronte le abitazioni e gli esercizi commerciali. Gli operatori della Multiecoplast, società affidataria del servizio da parte del Comune di Sant’Agata Militello in regime di ordinanze straordinarie urgenti e contingibili, hanno incrociato le braccia dando seguito alle legittime proteste per la mancata corresponsione di numerose mensilità arretrate di stipendio. In settimana gli operatori del servizio rifiuti avevano proclamato un’assemblea in aula consiliare manifestando informa pacifica il loro disagio, reclamando il pagamento degli stipendi che manca da Aprile. Gli stessi operatori avevano avuto non poche difficoltà nell’ottenere un confronto con i rappresentanti dell’amministrazione comunale visto che quella mattina, Lunedì 10 Novembre, la porta del sindaco Sottile rimase chiusa, con i dipendenti a fare una lunga anticamera prima di incontrarsi con l’assessore Marco Vicari e la responsabile dei servizi finanziari del comune Giuseppina Smiriglia.
rifiuti fiera All’assessore Vicari gli operatori del servizio rifiuti avevano chiesto risposte precise in tempi brevi circa il pagamento a beneficio della Multiecoplast della fatture per i servizi resi, che, stando ai calcoli relativi alle ordinanze di affidamento emesse dal sindaco, costano ai cittadini circa 6 mila euro al giorno. Ancora una volta e per giunta in determinati momenti clou, vedi le ultime festività di Pasqua, i giorni della fiera, il Santo Patrono o periodo estivo, Sant’Agata Militello paga a caro prezzo la politica oscura ed a tentoni dell’amministrazione comunale che, nonostante le continue sollecitazioni, stenta a prendere una posizione chiara sulla vicenda rifiuti, di cui è diretta responsabile dal 1 Ottobre del 2013, quando l’intero servizio è transitato dall’Ato ai comuni, prestando invece il fianco ad altre strategie di cui evidentemente a farne le spese sono gli stessi operatori della raccolta rifiuti, lasciati senza stipendio per mesi, ed ovviamente la cittadinanza, che si ritrova puntualmente con la spazzatura davanti casa.
rifiuti fiera2Nelle prossime ore pare ci sia in programma un’ennesima riunione per trovare un punto d’incontro e garantire l’immediata ripresa del servizio. Va da se che, qualora così non fosse, il problema aumenterebbe a dismisura considerato che in serata gli operatori della fiera andranno via e, per quanto gli stessi possano prodigarsi a mantenere l’area pulita, il fronte fieristico si presenterà come sempre come un autentico campo di battaglia da ripulire. Qualunque decisione verrà assunta ,comunque, non cancellerà, oltreché il disagio per i rifiuti non raccolti, il danno d’immagine per una città che si mostra ancora una volta agli occhi dell’hinterland incapace di assicurare anche i minimi servizi.

AGGIORNAMENTO – Nell’incontro avvenuto in mattinata al comune si è stabilito che la raccolta riprenderà solo nella notte tra Sabato e Domenica, dietro impegno al pagamento di una mensilità agli operatori che verrà corrisposta tramite trasferimento dei soldi che il comune farà alla Multiecoplast Lunedì mattina. E’ stato inoltre promesso il trasferimento dell’accredito ricevuta da cassa depositi e prestiti per 1 milione 372 mila euro  dal Comune alla società Ato Me 1 in liquidazione che provvederà di conseguenza a corrispondere le somme alla stessa ditta Multiecoplast per il pagamento delle spettanze arretrate.

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy