Spettacoli ed Eventi

Pubblicato il: 6, gennaio 2014

giovanitalentiSi è svolta lo scorso 3 gennaio 2014, alle ore 18:00, presso la Sala dei Principi del Castello Gallego di Sant’Agata Militello, la IV edizione del Premio “GIOVANI TALENTI CRESCONO”, organizzato dall’Associazione Agorà, con il patrocinio dell’amministrazione comunale (in particolare dell’Assessorato alle politiche giovanili). Il premio è stato istituito con l’obiettivo di riconoscere e promuovere il merito scientifico, professionale ed artistico dei giovani che per le loro doti e le loro attitudini si sono distinti sia in Italia che all’estero. Durante la manifestazione è stata infatti consegnata una targa a 14 giovani che si sono distinti in diversi settori: lavoro, arte, creatività e musica. Per quanto riguarda la sezione “musica” sono stati premiati Sandro Galati Casmiro e Biagio Enzo Giuffrida. Il primo, grande appassionato di musica, arrangiatore, compositore e pluri-strumentista, si è diplomato in Clarinetto al conservatorio Corelli di Messina ed attualmente è membro della Nebrodi Symphonic Band diretta dal maestro Nunzio Ortolano. Ha ricevuto il premio anche nella sezione “promozione del territorio” poiché nel novembre del 2013 ha partecipato, insieme a Cristian Arcodia di Naso, alla trasmissione televisiva “Uno mattina” che ha ospitato una competizione tra conservatòri italiani, rappresentando il Conservatorio Angelo Corelli di Messina, e riuscendo a conquistare il primo premio per lui e la Sicilia. Biagio Enzo Giuffrida ha studiato presso il conservatorio “V. Bellini” di Palermo conseguendo il diploma in clarinetto nel settembre 2003 con il massimo dei voti. Successivamente si è perfezionato in clarinetto con Calogero Palermo (Primo clarinetto dell’Orchestra National de France). Ha seguito vari masterclasses. Ha fatto parte dell’O.G.I. Orchestra Giovanile Italiana ed è risultato idoneo alle selezioni presso l’Orchestra Maggio Formazione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, presso l’Orchestra Giovanile dell’Accademia del Teatro Alla Scala di Milano. Ha collaborato inoltre con solisti come Misha Maisky e Anna Tifu, cantanti quali Montserrat Caballé, Katia Ricciarelli e con la celebre ballerina Carla Fracci. Ha partecipato come unico italiano al “Lisbon Clarinet Competition” di Lisboa in Portogallo. Da Dicembre 2008 ricopre il ruolo di clarinettista presso la Banda Musicale Nazionale della Polizia di Stato che ha sede a Roma. E’ figlio del maresciallo dei Carabinieri Salvatore Giuffrida, medaglia d’argento al valor militare alla memoria, tragicamente scomparso in un conflitto a fuoco il 23 settembre del 1990, al quale è dedicata la locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Sant’Agata Militello. Nella sezione “arte – promozione del territorio” sono stati premiati sei ragazzi, provenienti da San Marco d’Alunzio, che nel giro di poche settimane sono riusciti a creare una galleria d’arte piccola ma molto originale, dimostrandosi uno staff organizzativo di ragazzi capaci, sostenuti da un’amministrazione lungimirante e aperta a sempre maggiori iniziative culturali di grande effetto. Si sta parlando dell’ormai nota GaDAM (Galleria d’Arte Meli) di San Marco d’Alunzio e i ragazzi in questione sono: Antonio Arcodia, Tindaro Latino, Mattia Priola, Melania Gorgone, Elisa Zisa, Rosario Motta e Davide Monastra. Il premio è andato a loro per il “singolare spirito di ricerca e d’iniziativa,  per aver saputo raccogliere e custodire come tesoro prezioso le memorie del tempo presente e futuro, in quanto le radici di un popolo determinano la sua stessa identità, fattore essenziale nella costruzione della sua evoluzione”. Nella sezione “arte – letteratura” è stato premiato Mario Roberto Valenti, nato a Patti nel 1994 ha completato gli studi presso il Liceo Scientifico di Sant’Agata Militello. Iscrittosi poi alla Facoltà di Architettura inseguendo un sogno coltivato fin da bambino che da autodidatta lo ha spinto a dipingere e a scolpire secondo i canoni dell’arte classica. Nel 2011 è stato premiato come “Giovane Pittore in Erba” a Catania. Nel 2012 ha realizzato la Madonna della Miraglia presso il comune di Cesarò servendosi della neve naturale, in molti lo ricorderanno per quella scultura di neve che ha reso noto il suo talento ai più. Suona pianoforte e fisarmonica ed è presidente di una associazione culturale con la quale organizza nel territorio siciliano eventi di rilievo. Nel 2009 si dedica alla stesura del suo primo romanzo dal titolo “L’affresco di Santa Maria” pubblicato successivamente dalla casa editrice Pungitopo. Libro che vuole raccontare, attraverso la storia della vita di un imprenditore torinese di origini siciliane, le dinamiche dell’abbandono e del ritorno. Nella sezione “arte” è stata premiata la giovane santagatese Fabiola Frusteri, per il suo innato talento. Fin da bambina ha nutrito la passione per l’arte, disegnando piccoli capolavori. Sempre da autodidatta ha cominciato a disegnare fumetti e le caricature dei suoi professori. Successivamente ha deciso di cimentarsi nel ritratto, raffigurando diversi personaggi famosi fino a dedicarsi ultimamente anche a ritratti di persone comuni. Fabiola non ha mai frequentato una scuola d’arte per cui le conoscenze tecniche che possiede le ha acquisite autonomamente con tanto esercizio e passione. Adesso frequenta l’università di lingue a Palermo e continua a disegnare nel suo tempo libero. Viene premiata proprio per la sua singolare dote artistica. Il premio per la “creatività” è stato assegnato a Maria Saccone, residente ad Alcara Li Fusi. Maria è una delle tante persone che credono in una nuova cultura contraria allo spreco, perché partendo dal cambiamento di alcune piccole abitudini è possibile migliorare il mondo in cui viviamo. La sua capacità è quella di promuovere ed incentivare la cultura del riuso creativo riuscendo, nello stesso tempo, a ridurre l’impatto ambientale e contribuendo a risparmiare risorse preziose. Si occupa infatti, in prima persona, della progettazione e realizzazione di complementi di arredo a partire da materiali di scarto. Ha esposto recentemente a Reggio Calabria le sue creazioni all’interno della manifestazione “DesignNatale”, durante la quale sono stati realizzati diversi stand ecocompatibili ed eco sostenibili. Per “l’impegno nel sociale” è stata premiata Anna Zampino, la quale svolge attività di volontariato presso l’Anffas (Associazione di famiglie di persone con disabilità intellettiva e relazionale) fondata a Patti dai genitori dopo la nascita del figlio Piergiorgio. Nel 2005 consegue la laurea in Psicologia indirizzo Clinico e di Comunità presso l’Università degli Studi di Palermo. Dal 2005 è progettista e Responsabile del SAI, Servizio Accoglienza ed Informazione dell’Anffas Onlus Patti, e promuove interventi formativi e di sensibilizzazione. Nell’agosto/settembre 2005, dopo aver preso parte ad un percorso di formazione all’intercultura organizzato dall’AMI (Associazione Missionaria Internazionale) di Faenza, presta servizio di volontariato presso il Digsa Health Centre (Asmara) in Eritrea collaborando alle varie attività realizzate. Parte insieme ad un gruppo di giovani provenienti da diverse parti d’Italia attraverso l’iniziativa dell’AMI denominata “Gruppo Mese” e da allora inizia la collaborazione con l’Associazione in Italia e all’Estero. Nel Settembre 2010, sempre con l’AMI, presta servizio di volontariato presso le case famiglia “Nyumba Yetu” (Isimani) in Tanzania che accolgono bambini orfani e malati di AIDS, svolgendo attività di screening rispetto a situazioni di disagio psicologico. Dal 2010 è membro del CERIP Centro di Ricerca e Intervento Psicologico dell’Università di Messina e collabora alle attività di ricerca della Sezione di Psicologia dedicandosi da allora, in particolare, allo studio dell’influenza dei fattori contestuali sul profilo di funzionamento nelle disabilità intellettive. Nel 2012 con L’AMI svolge attività di volontariato a Mwanza in Tanzania prestando servizio presso un centro per persone con disabilità “Tunaweza” e in progetti in ambito psicosociale attivati nella città di Mwanza ed nei villaggi limitrofi. Per quel che concerne la sezione “lavoro” i giovani premiati sono due: Giuseppe Ambrogio che, dopo aver conseguito la licenza scientifica a Sant’Agata di Militello, iscrittosi alla facoltà di Giurisprudenza di Palermo, nel 2009 ha conseguito la laurea con una tesi in diritto penale sui profili sociali della corruzione in Italia. Da sempre cultore delle materie pubblicistiche, ha collaborato con diverse redazioni online pubblicando opinioni su tematiche di rilevanza nazionale. Ha frequentato la Scuola di Specializzazione in professioni legali Gioacchino Scaduto di Palermo. Nel 2010 ha superato il concorso  pubblico a commissario di Polizia e, ammesso alla frequentazione del 101° corso di formazione per commissari, è stato immesso in ruolo a seguito del superamento dell’esame finale ed assegnato alla Questura di Palermo. Dal gennaio 2013 è funzionario addetto all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della medesima Questura. Francesco Lazzara che, a soli 26 anni, riveste il grado di Tenente del ruolo Tecnico–Logistico–Amministrativo del Corpo della Guardia di Finanza. Ha conseguito la Laurea Magistrale presso il Politecnico di Torino in Ingegneria Gestionale a 25 anni, la Laurea di Primo Livello presso l’Università degli studi di Palermo a 22 anni, il Diploma di Conservatorio a 21 anni, il Diploma di Maturità Scientifica a 18 e ha già tantissime esperienze lavorative presso grandi realtà industriali del nord Italia. Impegnato anche nel sociale, fonda ufficialmente l’Associazione Agorà nell’Aprile del 2009, con i suoi migliori amici Andrea Sturniolo, Francesco De Luca e Gaetano Cicirello, e adesso, la stessa Associazione, conta decine di iscritti. Il premio gli è stato assegnato “riconoscendo la sua determinazione e sicuri che non si accontenterà di questo traguardo e cercherà sempre di ottenere il massimo da se stesso”. Numerose le autorità presenti alla premiazione, tra queste i sindaci dei tre comuni di provenienza dei giovani talenti premiati, il dott. Carmelo Sottile, sindaco di Sant’Agata Militello, il dott. Nicola Vaneria, sindaco di Alcara Li Fusi e il dott. Amedeo Arcodia, sindaco di San Marco d’Alunzio. Presenti anche il presidente del consiglio di Sant’Agata Militello Antonio Scurria, l’assessore alla cultura Nino Testa e la dirigente dell’Area Cultura, Turismo, Sport e politiche giovanili Angela Cappello. Oltre al presidente della Pro Loco Pippo Natoli e al Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Stefano Milia.

RosaMaria Castrovinci

 

 

 

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy