Attualità

Pubblicato il: 19, agosto 2013

Palazzetto (5)Proseguono a pieno ritmo i lavori per la costruzione del palazzetto dello sport di Sant’Agata Militello, una delle opere pubbliche più importanti che l’amministrazione guidata dall’allora sindaco Bruno Mancuso ha sbloccato dopo decenni di oblio ed avviato insieme alla Provincia regionale di Messina, stazione appaltante . Ad  un anno dalla posa della prima pietra (8 agosto 2012) la struttura inizia a prendere forma. Il progetto prevede la costruzione di una struttura che permette di praticare numerosi sport sia all’interno che all’esterno, e capace di ospitare 1200 spettatori. Sant’Agata e i suoi sportivi sognano una struttura del genere da anni, e adesso quasi non sembra vero vederle prendere forma. L’importo della concessione in project financing ammonta a 10.930.000,00 euro, dei quali 3 milioni e mezzo provengono dall’amministrazione provinciale e la restante parte dall’impresa di costruzioni orlandina Eurovega, che si è anche aggiudicata la gestione dell’impianto per 29 anni. Rispetto all’elaborazione originaria posta a base di gara, il progetto è stato ampliato e migliorato, in maniera da poter realizzare una struttura più completa e funzionale a soddisfare le richieste dell’utenza. Il contributo pubblico del finanziamento è destinato alla realizzazione dell’impianto sportivo in sé, dunque il campo di basket/pallavolo, tribune e spogliatoi, ambulatorio medico e sala stampa, compresa l’acquisizione del terreno di c/da Minà sul quale sorgerà l’impianto. Per quanto riguarda la restante parte, a cura dell’Eurovega Costruzioni sarà la realizzazione del centro benessere, della piscina coperta, della sala giochi e del bowling, di un punto ristoro, di alcuni negozi per la vendita di materiale sportivo e di due campetti da calcetto esterni. Più dettagliatamente il Palasport sorgerà su quattro livelli:

-nel piano seminterrato troveranno posto, da una parte, la piscina coperta, dotata di servizi e tribune idonee per la disputa di gare di livello interregionale e nazionale, dall’altra la sala giochi ed il bowling;

-in un piano ammezzato sarà ricavato un centro benessere all’avanguardia;

-a livello del terreno sorgerà il campo da gioco, con misure in larghezza, lunghezza ed altezza del soffitto idonee secondo le normative sportive imposte dal Coni. Quindi sull’altra ala dello stesso piano, al livello rialzato, sorgerà il centro fitness;

-infine, nel primo piano sopraelevato sarà realizzata una sala convegni in grado di ospitare conferenze, dibattiti ed esposizioni di vario genere.

Il palasport verrà ovviamente corredato da servizi, compresi quelli per disabili, su ogni piano, dagli impianti di riscaldamento e dalla dotazione tecnologica necessaria all’uso dei locali, oltre che da un punto di ristoro.

Per quanto riguarda gli spazi esterni, oltre ai 2800 mq circa destinati ai parcheggi, per il pubblico e per gli atleti, la superficie esterna vedrà la realizzazione di due campetti per il calcio a cinque e dell’area riservata per la biglietteria.

Negli ultimi mesi sono sorti alcuni problemi riguardo all’altezza della copertura del campo di basket/pallavolo, poiché l’altezza prevista, di 7 metri (quella minima richiesta per pallavolo e basket), avrebbe limitato l’uso dell’impianto per la disputa dei campionati professionistici di serie A e B. Questo perché, inizialmente, il progetto era quello di costruire una palestra e un impianto per la pallacanestro e la pallavolo che, con i 7 metri d’altezza, sarebbe stato sufficiente per la disputa dei campionati scolastici e di quelli minori federali. “Ci rendiamo conto che per qualche metro si preclude l’utilizzo dell’impianto alle serie professionistiche – dichiara Totò Mangano, dell’impresa Eurovega – i nostri tecnici, gli architetti Giuseppe Mangano e Alessandro Rigoli, d’intesa con il Responsabile Unico del Procedimento, l’ingegnere Benedetto Sidoti Pinto, stanno attenzionando le modalità d’intervento per portare almeno a 10 metri di altezza dal pavimento la copertura del Palasport”. Si tratta, bisogna sottolinearlo, di un’opera polifunzionale che non ha eguali in provincia di Messina. C’è molta attesa soprattutto per la piscina coperta, che a Sant’Agata mancava proprio. I lavori stanno dunque procedendo in maniera spedita, l’ultimazione è prevista per il 22 Gennaio 2014. “L’impianto, – conclude Totò Mangano – per quanto riguarda l’utilizzo da parte delle squadre di pallacanestro e di pallavolo, della piscina, del centro benessere e dei campi di calcetto in erba sintetica con impianto di illuminazione, potrebbe essere disponibile entro la primavera inoltrata del 2014. La piscina e le altre realtà interne saranno gestite direttamente dall’impresa o da associazioni che si convenzioneranno”.

RosaMaria Castrovinci

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy