Cronaca

Pubblicato il: 5, novembre 2014

vinci2Si terrà domani, 6 novembre, davanti  la Corte di Assise di Messina, Presidente dr. Trovato, la prima udienza del processo a carico di Francesca Picilli, la ragazza santagatese accusata dell’omicidio del suo giovane fidanzato, Benedetto Vinci, studente ventiseienne. Il processo, che era già stato fissato per il 26 settembre scorso, ha subito uno slittamento d’ufficio per “improrogabili impegni istituzionale dei Giudici della Corte”. Alla prima udienza si procederà alla formalizzazione della costituzione delle parti e la Corte si pronuncerà sull’ammissione dei mezzi di prova e molto probabilmente si inizierà con la escussione dei testi di accusa. La Picilli è accusata di omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dall’ “avere agito in circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la privata difesa”. La Pubblica Accusa, infatti, contesta all’imputata di essersi impossessata di un coltello e di avere approfittato del fatto che la vittima fosse disarmata. La famiglia del Vinci, che dopo il grave fatto di sangue si è trasferita a Palermo, costituitasi parte civile, sarà rappresentata dagli avvocati Giuseppe Mancuso ed Alessandro Nespola. L’imputata è difesa dall’Avv. Nino Favazzo.

 

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy