Attualità

Pubblicato il: 11, maggio 2015

“Non siamo cittadini di serie B!” Lo ribadiscono a chiare lettere i residenti delle popolose frazioni di Iria, Vallebruca, S.Giovanni, Cangemi, Sprazzì, Fiorita,  Minà, San Basilio, di cui evidentemente l’amministrazione comunale di Sant’Agata Militello si è dimenticata. Cittadini che pagano regolarmente le bollette senza però usufruire di servizi elementari ed indispensabili come la raccolta dei rifiuti e l’erogazione idrica. E così, quegli stessi cittadini dimenticati, hanno preso carta e penna firmando due petizioni popolari per ricordare all’amministrazione la loro esistenza. Mancato spazzamento delle strade, degrado  ambientale,  deposito di rifiuti incontrollato , situazione sanitaria degradante, inesistente servizio porta a porta,  abbandono in modo indiscriminato dei rifiuti, inquinamento di  terreni e corsi d’acqua. Sono tutte criticità allarmanti denunciate dai residenti delle frazioni nel documento che accompagna la raccolta firma presentata al comune. Come se non bastasse, i residenti di quelle contrade devono fare i conti anche con gravi problemi  legati all’erogazione dell’acqua. “Da diversi mesi  – si legge in un’altra petizione –  l’acqua non viene erogata regolarmente e dai rubinetti esce spesso acqua di colore marrone, soprattutto dopo le piogge. Chiediamo all’amministrazione comunale  – scrivono i residenti – di predisporre con urgenza tutte le procedure amministrative per consentire l’erogazione giornaliera dell’acqua,  di reperire  le somme necessarie per l’eventuale riparazione dell’acquedotto comunale e di individuare le cause dei continui guasti all’acquedotto”.

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy