Politica

Pubblicato il: 30, ottobre 2013

maggioranzaRicorderete tutti il ricorso presentato al TAR dal Circolo del Partito Democratico di Sant’Agata Militello, in persona del Presidente Enzo Canonico, e dalla candidata non eletta della lista del Partito Democratico, Sig.ra Rita Fachile, con cui si chiedeva l’assegnazione di un premio di maggioranza alla coalizione del sindaco eletto. Premio di maggioranza che, secondo la normativa elettorale, è attribuibile soltanto se le liste collegate al Sindaco eletto abbiano raggiunto il 40% dei voti e, soprattutto, a patto che le liste collegate all’altro candidato a Sindaco non abbiano raggiunto il 50% più uno delle preferenze. Ma a Sant’Agata di Militello le liste collegate al candidato a Sindaco non eletto, Benedetto Caiola, ottennero il 54% dei voti, con i conseguenti 11 seggi in consiglio contro i 9 del gruppo a sostegno dell’attuale Sindaco.

Considerando la logica stessa del discorso appena fatto il ricorso non aveva alcun fondamento giuridico. Ed è proprio questo che ha voluto ribadire il gruppo di maggioranza/opposizione durante la conferenza stampa tenutasi martedì pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Sant’Agata di Militello: “esprimiamo grande soddisfazione per una decisione che, agli occhi dei legali incaricati Avv.ti Salvatore Sanna, Alessandro Pruiti, Massimiliano Fabio, Marcello Scurria, Carla Giuffrida e Luca Agostino Ninone, appariva scontata per l’infondatezza giuridica dei motivi del ricorso. Prendiamo spunto da tale decisione per evidenziare come le vicende susseguitesi alla presentazione  del ricorso elettorale abbiano confermato per l’ennesima volta, come se non fossero bastate alcune vicende politiche trascorse, che il Sindaco Sottile e la sua Amministrazione sono ostaggio di un unico gruppo politico. […] è opportuno ribadire che la Sentenza del TAR Catania n°2510/2013 ha statuito il rigetto integrale del ricorso, in quanto “privo di giuridico fondamento”, ed ha decretato l’infondatezza dell’eccezione di illegittimità costituzionale della norma regionale, tanto agognata dai ricorrenti Fachile e Canonico. Vista l’acclarata infondatezza dell’azione giudiziaria intrapresa, riteniamo opportuno che le forze politiche operanti nella nostra città finalizzino la propria azione politica a vantaggio dei reali e concreti interessi della collettività che rappresentano”.

Al comunicato di gruppo si aggiunge la dichiarazione di Elisa Gumina:

“Ritengo che con la sentenza di rigetto del ricorso elettorale, il TAR Catania ha riconosciuto la legittimità della volontà dei cittadini santagatesi, che hanno preferito dare fiducia alla nostra coalizione politica e non a quella collegata al Sindaco Sottile. Tentare di ribaltare la volontà popolare con fantasiose interpretazioni della normativa elettorale regionale non fa bene alla città perché crea un clima politico sempre più teso ed inasprisce il dialogo politico. Inoltre, in considerazione dell’intervento in giudizio del Capogruppo consiliare del P.D., Nicola Marchese, ad adiuvandum – ossia in favore dei ricorrenti, Canonico e Fachile, è opportuno che il Sindaco Sottile chiarisca la sua posizione politica in merito ad un eventuale ulteriore ricorso davanti al CGA, poiché il ricorso elettorale non è più solo iniziativa di privati cittadini, ma è condiviso dall’intero Partito Democratico, che rappresenta il gruppo maggioritario a supporto dell’amministrazione. La normativa elettorale in materia di attribuzione del premio di maggioranza è chiara. Il premio di maggioranza viene assegnato al Sindaco eletto a condizione che le liste ad esso collegate raggiungano il 40% dei voti di preferenza e che le liste collegate all’altro candidato a Sindaco non raggiungano il 50% + 1. Gli elettori santagatesi si sono espressi chiaramente attribuendo alla nostra coalizione il 54% delle preferenze. Pertanto il Sindaco Sottile e la sua amministrazione dovrebbero avere la coerenza di riconoscere e rispettare il responso delle urne, censurando pubblicamente il ricorso a strumentali azioni giudiziarie che fanno male agli interessi della città.”

Sulla stessa scorta, le dichiarazione del consigliere Valeria Fazio:

“Esprimo soddisfazione per il risultato sancito dal T.A.R. di Catania, in merito alla vicenda del ricorso elettorale. Come ha già dichiarato il presidente del consiglio comunale Antonio Scurria “Giustizia è stata fatta”!
Mi rammarico poiché, ancora una volta, il PD anziché cercare un clima di pacificazione politica, accentua lo scontro in seno al consiglio comunale, minacciando la proposizione di un appello al C.G.A., avverso una sentenza di rigetto su un ricorso considerato giuridicamente infondato. Ringrazio vivamente l’avvocato Alessandro Pruiti, il quale, in Agosto, quando tutti eravamo sotto l’ombrellone, ci ha difesi nel migliore dei modi, dimostrando di brillare anche in un campo che non gli è proprio.
Ringrazio mio marito, l’avvocato Luca Agostino Ninone, tutti i miei compagni di squadra, poichè ci hanno affettuosamente sostenuti in questa vicenda, e in modo particolare l’avvocato Salvatore Sanna, il presidente Antonio Scurria, Elisa Gumina e Domenico Barbuzza che hanno resistito in  giudizio insieme a noi. Ciò che di positivo vedo in quest’episodio è che esso ha rafforzato ulteriormente il clima di coesione nell’attuale maggioranza consiliare”.

RosaMaria Castrovinci

GUARDA IL VIDEO CON LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DEI CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA

CLICCANDO SUL LINK SOTTOSTANTE

http://www.youtube.com/watch?v=3gQzU5zxe_8

spazio

© 2018 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy