Politica

Pubblicato il: 12, agosto 2014

Nelly-scilabraIl gruppo giovanile del Nuovo Centro Destra di Catania ha lanciato una petizione on line per chiedere le dimissioni dell’assessore regionale alla formazione Nelli Scilabra, dopo il clamoroso flop del “Piano Giovani”. “Il Piano Giovani della Sicilia doveva servire ad immettere o avvicinare tantissimi giovani disoccupati alle aziende. Ad oggi è stato solo un brutto esempio di pubblicità ingannevole, l’ennesimo bluff del Governo regionale” , hanno scritto gli aderenti al movimento giovanile catanese del partito del leader Angelino Alfano.

Al link  (http://www.activism.com/it_IT/petizione/richiesta-dimissioni-dell-assessore-regionale-nella-scilabra/62264) si può aderire per chiedere la sfiducia dell’assessore regionale Nelli Scilabra e l’annullamento del bando.  Sul crash del sistema che avrebbe dovuto gestire le adesioni on line dei giovani siciliani in cerca di un contratto per stage retribuito presso le aziende accreditate, il movimento giovanile Ncd si è così espresso: “Se è vero che c’è stato un sabotatore, è stata fatta una denuncia per sapere chi fosse? E se nel bando aleggia questo pesante sospetto, perché sono stati assegnati comunque quei pochi tirocini nuovi?”.  All’incontro per presentare la richiesta di dimissioni e la petizione on line era presente anche il coordinatore siciliano dell’Ndc, Giuseppe Castiglione, insieme al deputato regionale Nino D’Asero che ha annunciato un interrogazione parlamentare e l’avvocato Antonio Garozzo, in rappresentanza dell’area legale unione giovani professionisti italiani. Un team di avvocati palermitani sta predisponendo un ricorso che accerti le responsabilità del flop del server dello scorso 5 agosto e la promozione di un’azione legale che ripristini i termini di partecipazione e riconosca un risarcimento danni.

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy