Politica

Pubblicato il: 26, aprile 2014

sottile-scurriaSemplicemente può dirsi che, qualcuno, ci aveva provato. Quale migliore occasione se non la notifica al Comune di Sant’Agata Militello del finanziamento di 600 mila euro per la realizzazione dell’area da adibire alla cosiddetta “sala d’asta” nella zona portuale, per  poter cavalcare l’onda e mostrare, finalmente, un risultato tangibile del lavoro dell’amministrazione.
Peccato però che il solito comunicato “piccante” del solito presidente del consiglio Antonio Scurria abbia subito rimesso le cose a posto, ricostruendo genesi e paternità di un finanziamento risalente addirittura al 2012, concesso al Comune nell’ambito del bando del Marzo 2011, misura 3.3  “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca” del FEP 2007/2013. “Incredulità e sconcerto”, questi i termini usati dal presidente Scurria nel commentare il comunicato dell’amministrazione. “Ancora una volta – scrive Scurria – corre l’obbligo di smascherare il maldestro tentativo di chi, in evidente carenza di risultati amministrativi, vorrebbe accaparrarsi meriti della precedente amministrazione”.  A quel comunicato (vedi pdf1) aveva risposto per l rime il sindaco Sottile che, nel giorno della “Liberazione” si era preso la briga di inseguire sulla strada dei comunicati il presidente Scurria, tirando in ballo presunte intenzioni elettorali (?) dello stesso Scurria “mi piace credere che la sua puntualizzazione sull’argomento, sia soltanto frutto di una mera rivendicazione elettorale, considerata l’imminente consultazione del prossimo 25 Maggio”, scriveva Sottile (vedi pdf2), dichiarandosi in attesa della “definitiva prova dei fatti”. Eccole dunque le prove.
Il decreto del 582 del 31 Ottobre 2012 (pdf3), dell’assessorato regionale risorse agricole ed alimentari, certificato dalla ragioneria della regione giorno 8 Novembre e vistato dalla Corte dei Conti il 7 Dicembre 2012, approva la graduatoria definitiva dei progetti ammessi ai benefici previsti dal bando. Un decreto che  diviene operativo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 28 Dicembre 2012 (pdf4). La tabella allegata (pdf5) propone quindi la graduatoria definitiva che vede il Comune di Sant’Agata Militello classificatosi al 1° posto con punteggio 100, per un finanziamento del 100 % della spesa prevista, di cui il 50% a carico dell’Unione Europea, il 40% a valere sulle risorse statali ed il 10% sulle casse regionali. “L’unica “attività” dell’attuale amministrazione, che si sostanzia in un “atto dovuto” – ricorda pertanto Antonio Scurria –  è consistita nella trasmissione alla Regione del progetto esecutivo, al fine di non incorrere nell’esclusione del progetto dalla graduatoria, come previsto dall’art. 3 del citato DDG n° 582/2012”.

Comunicato stampa Scurria sala d’asta

Nota stampa sindaco del 25 aprile 2014

Decreto 582 del 31 ottobre 2012

Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2012

Graduatoria progetti ammessi a finanziamento

Un pensiero su “Finanziamento “sala d’asta”. Ecco le prove!

I commenti sono chiusi.

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy