Spettacoli ed Eventi

Pubblicato il: 5, maggio 2014

maiorca“Il mare insegna ad amare e ad odiare. Il mare insegna all’uomo a raggiungere traguardi ambiti, bordeggiando contro vento. Il mare insegna all’uomo a risparmiare e che nella sua bisaccia ci sono due parole: paura e coraggio. L’uomo senza paura è un folle. L’uomo senza coraggio è un codardo. Il mare insegna all’uomo le dimensioni d’immenso che lo avvicinano a Dio. Insegna all’uomo la fede, la fratellanza, la speranza e la carità. Il mare rende fratelli tutti gli uomini del mondo. Il mare ci accetta così come siamo.”
Profondo come le quote da record raggiunte durante la sua immensa attività di apneista, il pensiero di Enzo Maiorca ha impreziosito il convegno svoltosi al castello Gallego di Sant’Agata Militello, dal titolo “Il tirreno incontro il Tirreno”. Il dibattito, organizzato dal Rotary Club Sant’Agata di Militello, dalla Lega Navale Italiana, sezione di Sant’Agata di Militello e Cefalù e dal Nebrodi Coast Squadron, ha visto la partecipazione di importanti relatori che hanno affrontato diverse tematiche. il Delegato per la Sicilia Occidentale della Lega Navale Italiana, Carlo Bruno, ha trattato dell’importanza dell’avvicinamento dei giovani al mare, Benedetto Sirchia, per l’A.R.P.A., ha analizzato la mappatura biologica delle coste tirreniche mentre Gaetano Merlino ha affrontato il tema delle criticità dei percorsi progettuali nelle aree demaniali.
convegno maiorca
L’evoluzione storica della subacquea è stato invece l’argomento espresso da Enzo Maiorca che, come detto, con la sua profonda conoscenza e cultura del mare ha impreziosito la giornata, secondo appuntamento, il primo si è svolto a Lascari il 29 Marzo, di un cartellone rivolto in particolare ai giovani ed incentrato sulla conoscenza della fascia costiera e dei fondali marini.

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy