Parco dei Nebrodi

Pubblicato il: 10, ottobre 2013

Cento milioni di Euro saranno messi a disposizione dei piccoli Comuni (sotto i 5.000 abitanti), dal Governo nazionale per il Programma “6.000 Campanili” Saranno infatti pubblicati oggi 9 ottobre, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale gli atti allegati alla Convenzione sottoscritta il 29 agosto 2013 tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Anci ed approvati con decreto del Ministro Lupi e registrati alla Corte dei Conti. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi il 30 agosto scorso aveva firmato il decreto di approvazione della Convenzione, stipulata il 29 agosto 2013 tra il Ministero e l’ANCI, prevista dal comma 9 dell’art. 18 del D.L. n. 69/2013 convertito dalla legge n. 98/2013. Tale convenzione disciplina i criteri per l’accesso all’utilizzo delle risorse rese disponibili dal primo programma “6000 Campanili”. La Convenzione sottoscritta il 29 agosto 2013 ed il successivo Atto Aggiuntivo del 25 settembre 2013 sono stati approvati con decreto del Ministro Lupi e registrati alla Corte dei Conti ed i suddetti atti saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale di oggi mercoledì 9 ottobre 2013. “Si tratta di un’importante opportunità per i Comuni dei Nebrodi, in prevalenza sotto il 5.000 abitanti, per interventi di riqualificazione dei centri storici su cui anche l’Ente Parco è intervenuto nel passato, riportando alla loro antico splendore strutture divenute adesso funzionali alla fuizione dell’area protetta”. Lo ha dichiarato Rosario Vilardo, commissario straordinario del Parco. Ricordiamo che Il Programma “6.000 campanili” è relativo alla realizzazione di un piano di piccole opere nei Comuni sotto i 5.000 abitanti. A tale programma sono destinati 100 milioni di euro del “Fondo sblocca cantieri” per l’anno 2014. Le richieste di contributo, redatte secondo lo schema All. 2, potranno essere inviate all’indirizzo pec@6000campanili.anci.it a partire dalle ore 9,00 del giorno 24 ottobre 2013 (quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) come previsto dal comma 3 dell’art. 7 della Convenzione. Si precisa che la delibera di cui all’art. 4 comma 1 lett. a) della Convenzione potrà essere adottata solo dal oggi 9 ottobre 2013, data di pubblicazione della Convenzione, dei relativi allegati e dell’Atto Aggiuntivo sulla Gazzetta Ufficiale. Il testo definitivo della Convenzione, coordinato con le modifiche apportate dall’Atto Aggiuntivo, e dei relativi allegati non modificati saranno resi noti sui siti del MIT e dell’ANCI a decorrere da 10 ottobre 2013. Di seguito si riportano le risposte ai quesiti più frequenti ad oggi formulati dai Comuni interessati. Sulla firma digitale e sull’invio. In fondo alla “Richiesta di contributo” è richiesta una doppia firma in quanto la seconda attesta la conformità agli originali della documentazione allegata.

Se il sistema di firma digitale non consente l’apposizione di due firme dello stesso soggetto su un unico file, sarà possibile riportare la dichiarazione di conformità su un file separato da firmare digitalmente.

Gli allegati all’istanza saranno trasmessi all’ANCI contestualmente ad essa con un unico invio.

Sul livello di progettazione Non è previsto un livello minimo di progettazione tra quelli previsti dal DPR 207/2010.

Il progetto, alla data della richiesta, deve essere munito di tutti i pareri discriminanti, rispetto alla sua realizzabilità, in quanto necessari all’avvio dell’intervento.

Sugli elaborati grafici

Gli elaborati grafici da allegare (art. 4 comma 1 lett c) sono solamente quelli che il comune ritiene sufficienti ad inquadrare l’intervento. Saranno quindi alcuni degli elaborati estratti dal progetto approvato con delibera di giunta. Gli elaborati grafici allegati saranno PDF risultanti preferibilmente dalle scannerizzazione del progetto cartaceo approvato e munito di timbri. Sono ammessi anche formati PDF originati dai files in DWG dei corrispondenti elaborati del progetto approvato.

E’ stato indicato il formato A4 e A3 per poter limitare il peso dei files da inviare. Serve rammentare che il peso complessivo dell’istanza e dei suoi allegati, che devono essere trasmessi in un unico invio, non deve superare i 28 MB complessivi.

Altri allegati in PDF

Non è necessario che gli altri allegati all’istanza siano firmati digitalmente. Dovranno essere scannerizzati in formato PDF.

Sul patto di stabilità

Il Programma 6000 campanili non prevede deroghe al patto di stabilità

Logo

Il logo non dovrà essere posto sugli elaborati grafici ma solo sulla richiesta di contributo e sullo schema di disciplinare (dove peraltro è già presente).

Sarà invece inserito sui cartelli di cantiere degli interventi finanziati.

Ufficio stampa Parco dei Nebrodi

spazio

© 2017 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy